mercoledì 8 aprile 2020

Coldiretti Basilicata e la "Spesa sospesa del contadino a domicilio"

Anche Coldiretti Basilicata si è mobilitata per aiutare a combattere le nuove povertà e affrontare la crescente emergenza alimentare direttamente attraverso gli agricoltori di Campagna Amica con l’iniziativa “Spesa sospesa del contadino a domicilio”. Ii cittadini che ricevono la spesa a casa attraverso i mercati e le fattorie di Campagna Amica della regione possono decidere di donare un pacco alimentare alle famiglie più bisognose sul modello dell’usanza campana del “caffè sospeso”. Frutta, verdura, farina, formaggi, salumi o altri generi alimentare Made in Basilicata, di qualità e a km zero che gli agricoltori di Campagna Amica andranno a consegnare gratuitamente alle famiglie bisognose in accordo con i Comuni.

"Sos Covid-19": un app dell'Asp per i pazienti positivi

L'Azienda sanitaria di Potenza (Asp) ha realizzato un'applicazione per smartphone e tablet "Sos Covid-19" per la "presa in carico e il monitoraggio dei pazienti della Basilicata risultati positivi al Covid-19 e in isolamento domiciliare". L'app "consente ai pazienti di contattare in modalità audio e video il proprio medico di base o le Unità speciali Covid-19 e di inserire, nelle varie fasi della giornata, la temperatura corporea e la saturazione di ossigeno nel sangue".

Carabinieri vicini alle comunità del potentino

Generi alimentari consegnati a famiglie bisognose e prodotti per le pulizie a una casa di riposo, ma anche "conforto" ad una donna di 77 anni che nel giorno del suo compleanno si sente sola, sono tra gli interventi eseguiti in Basilicata, "sempre in forma privata", dai Carabinieri in questi giorni di emergenza coronavirus. 
Fra le 104 stazioni dell'Arma presenti in regione, gli ultimi interventi di soccorso hanno riguardato Pietrapertosa, Cancellara, Albano di Lucania, Aliano, Abriola, Rionero in Vulture, Anzi e Vietri di Potenza.

Decaro: "Non voglio una città senza nonni"

"Io non voglio che alla fine di questa storia Bari sia una città senza nonni, non vogliamo perderli, loro sono le persone più a rischio. State a casa". Lo scrive su Facebook il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, in un post a corredo di un video in cui si vede lo stesso primo cittadino rimproverare un anziano che la Polizia locale stava sanzionando nell'ambito dei controlli per l'emergenza Coronavirus. L'uomo, che ha dichiarato che stava andando a pranzo a casa della figlia, ha avuto una sanzione di 533 euro. 
"Devi stare a casa, ti portiamo noi la spesa a domicilio - gli ha detto il sindaco - non puoi andare da tua figlia, fai del male a te e alla tua famiglia. Torna a casa o ti faccio seguire". Intanto le forze dell'ordine hanno attivato i check point in alcune strade dove è stata segnalata un'eccessiva presenza di cittadini. Per ogni posto di blocco ci sono 10 agenti. (Ansa)

Covid-19: salgono a 15 i decessi in Basilicata

Era ricoverato da giorni in Terapia intensiva al "San Carlo" di Potenza dopo essere colpito da Coronavirus e questa mattina il mezzofondista Donato Sabia è morto. 56 anni, due volte finalista olimpico degli 800 metri piani, a Los Angeles nel 1984 e a Seul nel 1988, finendo quinto e settimo, Sabia vinse l’oro agli Europei indoor di Goteborg, negli 800, nel 1984. Era presidente del Comitato regionale della Basilicata della Fidal. nei giorni scorsi, nell’ospedale “San Carlo” di Potenza, ha perso la vita anche il padre, positivo al virus. Con la morte di Sabia salgono a 15 i decessi dovuti all’epidemia da Covid-19.

"Scacco matto al coronavirus": donazione del calciatore Zaza

Oltre 64 mila euro sono stati raccolti dal calciatore del Torino Simone Zaza e donati alla Regione Basilicata per sostenere il sistema sanitario impegnato nell'emergenza coronavirus. In una nota  l'ufficio stampa della giunta lucana, ha evidenziato che la donazione rientra nella campagna "Scacco matto al coronavirus": finora, in totale, sono stati raccolti circa 752 mila euro.
"Ho deciso di impegnarmi in prima persona - ha detto il calciatore di Policoro (Matera) - per supportare la mia terra e aiutare gli ospedali affinché si dotino di tutte le attrezzature necessarie per combattere l'emergenza. Ringrazio tutti coloro che - ha concluso - hanno aderito alla mia iniziativa".

Covid-19: in Puglia 70 i nuovi positivi

I nuovi casi di contagio da coronavirus in Puglia sono 70: si conferma il calo dei giorni scorsi mentre resta alto il numero dei decessi. 
Nella sola giornata di ieri le persone morte a causa del Covid-19 sono state 14: 8 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Brindisi. Complessivamente le vittime del Coronavirus in Puglia sono 209. 
Ieri sono stati analizzati 1.090 tamponi: la provincia in cui sono stati rilevati più contagi è quella di Foggia (30 casi), a seguire Bari (27) e Lecce (6). Solamente 5 nuove infezioni nel Brindisino e due nel Tarantino, nessuna nella Bat. Cala il numero dei ricoverati, che sono 708, mentre cresce quello dei guariti, 168. Sono 938 le persone in isolamento a casa. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 23.149 test, il totale dei casi positivi Covid in Puglia è 2.514.

"Un saturimetro per chi è in quarantena"

Le dieci "unità speciali" per il coronavirus istituite sul territorio dalla Regione Basilicata "somministreranno ai pazienti le cure che servono". Lo ha detto il Presidente della Regione, Vito Bardi, durante l'incontro a Potenza con il Viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. "Noi, tra l'altro - ha aggiunto il governatore lucano - doteremo coloro che risultano positivi e si trovano in quarantena domiciliare di un saturimetro per determinare la quantità di ossigeno nel sangue".

A Potenza il Viceministro della Salute Sileri

"Al momento" in Basilicata la situazione sul coronavirus "è molto sotto controllo". Lo ha detto il Viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, al termine della sua visita a Potenza. Stamani Sileri è stato nella sede della Regione Basilicata, all'ospedale San Carlo del capoluogo lucano e in Prefettura. "Mi sembra che - ha aggiunto - il lavoro che si sta facendo sia ottimo e vada nella giusta direzione".

martedì 7 aprile 2020

Emergenza sanitaria: Fiordelisi su disposizioni governative

"A seguito delle disposizioni governative emanate per l’emergenza sanitaria in atto sono sospese fino al 31 maggio 2020 le attività della Pubblica amministrazione di risposta alle istanze di accesso agli atti." Lo rende noto il Difensore civico regionale della Basilicata,Antonia Fiordelisi. "A condizione – specifica Fiordelisi - che le istanze non presentino 'carattere di indifferibilità ed urgenza'. Inoltre, tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano validità fino al 15 giugno 2020”. “E’ stata altresì prevista – continua Fiordelisi - la proroga fino al 31 agosto 2020 della validità dei documenti di riconoscimento e di identità rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza”.

Emergenza Covid-19: salgono a 266 i positivi in Basilicata

Nella giornata di ieri sono stati effettuati 99 test per l’infezione da Covid – 19 di cui 95 sono risultati negativi e 4 positivi: 2 nel comune di Potenza 1 nel Comune di Matera 1 nel Comune di San Costantino Albanese. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 266.
Ieri erano 263, ai quali vanno aggiunti i 4 positivi di oggi e sottratta 1 persona deceduta, su un totale di 3160 tamponi analizzati, di cui 2867 risultati negativi. Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Ospedale Madonna delle Grazie) sono 64 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 19, terapia intensiva 10, pneumologia 9; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 19 e terapia intensiva 7.

L'Associazione Italiana Persone Down continua la sua attività

"L'Associazione Italiana Persone Down punta restare accanto ai ragazzi con sindrome di Down per dar loro un segnale di normalità e continuare a sviluppare ed esercitare competenze e autonomie." Grazie all’impegno degli operatori sia di Potenza che di Villa d’Agri e Lauria, le attività continuano, utilizzando strumenti diversi che il web mette a disposizione, sviluppando in tal modo anche nuove competenze. Attraverso l'utilizzo di piattaforme web, come Zoom-meeting o tramite WhatsApp, i ragazzi si connettono contemporaneamente e riescono a mantenere un buon livello di socializzazione. 
L’obiettivo è di rimanere “connessi” e di proseguire i progetti iniziati insieme. continua anche a distanza il corso di teatro con la stessa modalità, con l’obiettivo di acquisire piccole tecniche teatrali attraverso il gioco.

Covid-19: in Rsa altri 9 anziani positivi

Foto: PugliaPress
Sono saliti a 9 gli anziani, positivi al coronavirus, morti dal 21 marzo nella Residenza sociosaniatria assistenziale la Fontanella di Soleto che fino a pochi giorni fa ospitava 90 persone, ora scese a 33. Di queste 30 sono positive al Covid-19. 
Gli ospiti negativi sono stati collocati a distanza in stanze singole. Tutti gli altri sono stati trasferiti in questi giorni in altre strutture di lungodegenza, anche private. L'ultimo decesso si è verificato domenica. Complessivamente sono 88 i casi di contagio registrati tra pazienti e sanitari. I dati sono forniti dall'Asl di Lecce, che da alcuni giorni gestisce la Rsa. Su quanto accaduto la Procura di Lecce ha aperto un'inchiesta delegata al Nas.

In Campania altri 90 positivi

Foto: Il Faro Online
L'Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati relativi alla giornata di ieri: il numero di positivi è di 90, mentre i tamponi effettuati nella sola giornata di ieri sono 1253.
Finora il totale dei positivi al coronavirus in Campania è di 3148, mentre il totale complessivo dei tamponi effettuati è di 25.779

Covid-19: in Puglia 127 positivi

Tornano a salire sopra i cento casi le nuove positività di contagio da coronavirus in Puglia, il dato emerso ieri 127 su un totale di tamponi refertati pari a 1.979.
I decessi registrati ieri, invece, sono 13: 6 in provincia di Bari, 4 in provincia di Foggia, 2 nella Bat, uno in provincia di Taranto. Complessivamente le vittime in Puglia sono 195. Il maggior numero di casi è stato rilevato in provincia di Foggia, 41, a seguire Bat, 39. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 22.059 test, i positivi sono 2.444, le persone ricoverate sono 722, quelle guarite 134.  

Coronavirus: nuova comunicazione di Conte

Foto: governo.it
Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ieri sera ha tenuto una nuova conferenza per fornire una nuova comunicazione agli italiani in merito all’emergenza Coronavirus. Presenti, inoltre, i ministri Roberto Gualtieri, Stefano Patuanelli e Lucia Azzolina. Conte ha illustrato il pacchetto liquidità per le imprese. Si tratta di provvedimenti economici che saranno disponibili entro qualche giorno. “Tutti i leader esprimono apprezzamento per il nostro operato e voi italiani- ha aggiunto - state dando un contributo fondamentale e presto vivremo una nuova Primavera. Ci avviciniamo alla festività di Pasqua che vivremo in casa. Sarebbe irresponsabile andare in giro. Speriamo - ha concluso Conte - che la Pasqua sia il passaggio verso una prospettiva migliore”.

lunedì 6 aprile 2020

Ad Agropoli (Sa) è guarita la paziente 1

Ad Agropoli (Sa) la “paziente 1” contagiata dal Covid-19 è guarita ed è rientrata a casa dopo settimane di ricovero in ospedale.
Ad annunciarlo, sulla sua pagina Facebook, è stato il sindaco Adamo Coppola il quale ha aggiunto che “i due tamponi di verifica hanno dato esito negativo”.
Si tratta  della docente di 60anni risultata positiva al tampone nei primi giorni di marzo dopo un viaggio a Parma.

“Un numero verde riservato per denunciare gli altri virus”

Un servizio di Libera "per denunciare gli altri virus che da anni infestano il Paese: le mafie e la corruzione." Si chiama Linea Libera, un numero verde 800582727, riservato che si rivolge a chi assiste a condotte corruttive o di stampo mafioso e intenda segnalarli: clientelismo e cattiva amministrazione, usura, tangenti, infiltrazioni criminali. 
Linea Libera è un luogo di ascolto, incontro e accompagnamento che vuole mettere potenziali denuncianti in grado di districarsi nel complesso nel quadro normativo e burocratico, per poter poi proseguire in autonomia un proprio percorso verso i canali istituzionali.
Il numero verde 800582727 è operativo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 19.

Covid-19: Feneal Uil su crisi comparto costruzioni

"Le conseguenze dell'epidemia di coronavirus hanno aggravato la crisi delle costruzioni che in Basilicata persisteva dal 2008": lo ha detto, in una nota, il segretario regionale della Feneal-Uil, Carmine Lombardi. Nel sottolineare che "registriamo già il mancato rinnovo di molti contratti a termine in scadenza il 31 marzo", Lombardi ha spiegato che, dopo la fine della crisi sanitaria, sarà necessario "immaginare un pacchetto di interventi di natura fiscale, economica, finanziaria che possano consentire a tutte le imprese di ripartire".

Emergenza Covid-19: ultimi dati in Basilicata

In tutta la giornata di ieri, 5 aprile, sono stati effettuati 130 test per l’infezione da Covid – 19, di questi: 121 sono risultati negativi e 9 positivi. I casi positivi riguardano: 5 il comune di Matera; 1 il comune di Montescaglioso; 1 il comune di Moliterno; 1 il comune di Paterno; 1 il comune di San Giorgio Lucano. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 263 su un totale di 3061 tamponi analizzati.  Lo rende noto la task force regionale.
Ieri erano 255, ai quali vanno aggiunti i 9 positivi di oggi e sottratto un guarito. Attualmente in Basilicata i pazienti ricoverati presso le strutture ospedaliere di Potenza e Matera sono 64. Nell'Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza: nel reparto malattie infettive sono 19, in terapia intensiva 11, pneumologia 9; nell'Ospedale Madonna delle Grazie (Mt): malattie infettive 18 e terapia intensiva 7.

Covid-19: calano i contagi anche in Puglia

Per il secondo giorno consecutivo si è confermata anche ieri in discesa la curva dei contagi da coronavirus in Puglia: sono 77 le positività riscontrate, sabato erano state 58: al di sotto della media dei 100 nuovi casi. I decessi di ieri sono stati 9: 5 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 1 nella Bat: salgono quindi a 182 i pazienti morti in Puglia dall'inizio dell'epidemia. Nella giornata di ieri sono stati esaminati 1.103 tamponi, dei 77 casi positivi 28 si sono registrati nella provincia di Bari, 18 in quella di Foggia e 12 nel Brindisino, 9 nella Bat, 6 in provincia di Lecce e 2 in provincia di Taranto.

Covid-19: calo di contagi in Campania,

Calo di contagi in Campania. Sonoi 108 i tamponi positivi di ieri, in Campania, su 1.445 effettuati. L'Unità di Crisi della Regione ha divulgato il dato. Complessivamente sono 3.068 i casi positivi su 24.584 tamponi effettuati. 
Intanto si è registrata una nuova vittima del Covid-19, in meno di 12 ore dall'ultimo caso, a Cava. Come ha fatto sapere la comunità parrocchiale di Passiano salgono a due le vittime da coronavirusa nella stessa famiglia. 

Covid-19: 255 i positivi in Basilicata

Sono saliti a 255 i contagiati da coronavirus in Basilicata: emerge dai risultati degli ultimi 166 tamponi analizzati, con 152 risultati negativi e 14 positivi. Lo ha reso noto la task force regionale. 
I nuovi contagiati sono a Bernalda (due), Matera (otto), Montescaglioso (uno), Potenza (due) e Rotonda (uno). 
I 255 contagiati sono stati individuati con 2.931 tamponi: i morti finora sono 13 e undici le persone guarite.

sabato 4 aprile 2020

“Scacco matto al coronavirus”: raccolti 717 mila euro

La somma raccolta sinora nell’ambito della campagna di comunicazione della Regione Basilicata “Scacco matto al coronavirus” ammonta a 717.313 euro. I fondi verranno utilizzati per acquistare dispositivi di protezione individuale da consegnare al personale sanitario impegnato nell’emergenza Covid-19.
Per donare è sufficiente effettuare un bonifico bancario intestato a Regione Basilicata tramite l’Iban IT19Q0542404297000000000382 (Banca Popolare di Bari), inserendo nella causale “Donazione emergenza Coronavirus”.

Pipponzi: "In questo momento teniamo alta la guardia"

Foto: Ministero Dell'Interno
Per dare una risposta ai potenziali episodi di violenza di genere nella fase emergenziale legata al Covid-19, la Consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, ha inviato una lettera ai diversi rappresentanti istituzionali lucani invitandoli a fare rete per contribuire a diffondere, attraverso i propri siti internet, la conoscenza del numero 1522, gratuito e attivo 24 ore su 24, e dell’applicazione 1522, scaricabile sullo smartphone per chattare in caso di bisogno con le operatrici e chiedere aiuto. 
"La situazione attuale ha determinato, una convivenza forzata e prolungata dei nuclei familiari- ha aggiunto Pipponzi - che potrebbe incidere negativamente sui contesti familiari più problematici, potendo portare, in casi estremi alla possibile commissione di atti di violenza di genere e domestica."

Emergenza Covid-19: gli ultimi dati


In base agli ultimi dati della task force regionale, in Basilicata ieri sono stati effettuati 143 test per l’infezione da Covid – 19. Di questi: 140 sono risultati negativi e 3 positivi. I casi positivi riguardano: 2 il Comune di Potenza; 1 il Comune di Matera. 
Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 245. Ieri erano 249, ai quali vanno aggiunti i 3 positivi di oggi e sottratti i 6 guariti ed 1 caso positivo in precedenza registrato a Potenza che per errore era stato segnalato due volte, su un totale di 2765 tamponi analizzati, di cui 2499 risultati negativi.

E' guarito il Prefetto di Matera

Guarito dalla polmonite, nel pomeriggio di ieri il prefetto di Matera, Rinaldo Argentieri, è stato dimesso dall'ospedale Madonna delle Grazie di Matera, dove era stato ricoverato il 6 marzo scorso dopo essere risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto la Prefettura della città dei Sassi.    
Prima della dimissione, Argentieri è stato sottoposto, come da protocollo, a due tamponi a distanza di 24 ore, risultati entrambi negativi. Il prefetto ha rivolto "un caloroso ringraziamento a tutto il personale medico e paramedico del reparto Malattie infettive dell'ospedale di Matera".

Conte in videoconferenza con le Regioni

Foto: Piceno Oggi
Rapporti burrascosi sono stati a dir poco burrascosi. In particolare con quello della Lombardia, Attilio Fontana. Ieri sera il premier, Giuseppe Conte, ha deciso di riunire in videoconferenza i presidenti delle Regioni (c'erano anche il sottosegretario Fraccaro e i ministri Speranza e Boccia). Per provare a siglare la tregua alle polemiche degli ultimi giorni. L'ultima, ieri, quando il presidente lombardo ha accusato di aver ricevuto solo briciole da Roma. "Il governo sta facendo tanto per le regioni - ha affermato il premier - ognuno di noi, ministri, governatori, a tutti i livelli istituzionali, sta dando il massimo" per salvare le vite dei cittadini. E ancora: "Questo deve contare di più di ogni incomprensione. Ma serve collaborazione e correttezza anche nelle comunicazioni, per non alimentare scontri che non ci sono e non devono esserci".

Covid-19: nella sola giornata di ieri 20 decessi in Puglia

In Puglia, nella sola giornata di ieri si sono registrati altri 20 decessi legati alla pandemia da coronavirus, il dato più elevato dall'inizio dell'emergenza. Undici delle 20 morti sono avvenute in provincia di Lecce, sei in provincia di Foggia, due nel Brindisino e una nella Bat. Lo comunica il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Salgono a 164 le vittime pugliesi del coronavirus.     
Sempre ieri i nuovi casi sono stati 105 su 1.270 tamponi effettuati, quasi la metà (41) sono stati rilevati in provincia di Bari e 25 in provincia di Foggia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 17.924 test, 2.182 le persone che si sono ammalate, 65 i pazienti guariti. 

venerdì 3 aprile 2020

Emergenza Covid-19: ultimo aggiornamento della task force

Su 195 test per l’infezione da Covid – 19 effettuati ieri in Basilicata 180 sono risultati 15 positivi. I casi positivi riguardano: 1 il comune di Tricarico; 1 il comune di Policoro; 4 il comune di Pisticci (Marconia); 1 il comune di Nova Siri; 2 il comune di Matera; 1 il comune di Terranova del Pollino; 3 il comune di Potenza; 1 il comune di Moliterno; 1 il comune di Avigliano. Con questo aggiornamento - fa sapere la task force - i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 249.
Ieri erano 235, ai quali vanno aggiunti i 15 positivi di oggi e sottratto il dato riferito alla persona deceduta ieri a Potenza su un totale di 2622 tamponi analizzati. 
Attualmente in Basilicata i pazienti ricoverati presso le strutture ospedaliere di Potenza e Matera sono 60: nell'Azienda ospedaliera San Carlo (Pz): malattie infettive 18, terapia intensiva 12, pneumologia 6; nell'Ospedale Madonna delle Grazie (Mt): malattie infettive 17 e terapia intensiva 7.

Covid-19: 67enne di Potenza l'undicesima vittima

E' Antonio Nicastro, 67enne giornalista di Potenza, ricoverato nel reparto di terapia intensiva presso l’Azienda Ospedaliera San Carlo l'undicesima vittima lucana a causa del Covid-19. Nei giorni scorsi la famiglia ha chiesto più volte l’effettuazione domiciliare di un tampone che accertasse la positività al coronavirus. In seguito al suo decesso il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha ordinato l’apertura di una indagine immediata per evidenziare eventuali responsabilità e per prendere tutte le misure necessarie conseguenti. Intanto l'Azienda Sanitaria Locale di Potenza, in merito al decesso del 67enne nel reparto di Terapia intensiva dell’A.O.R. “San Carlo”, ha fatto sapere in una nota che  "dopo la presa in carico del paziente, il quadro non evidenzava l’associazione contestuale della presenza dei criteri clinici necessari alla effettuazione del tampone." "Una situazione clinica continuata per alcuni giorni- continua la nota - nonostante non vi fossero i criteri previsti per la candidabilità all’effettuazione del tampone - criteri che seguono precisi protocolli stabiliti a livello nazionale e regionale per l’emergenza Covid-19 - in termini prudenziali, l’Asp, ha disposto l’effettuazione del tampone, eseguito il 20 marzo 2020."

"Attenzione alle infiltazioni mafiose"

"L'emergenza epidemiologica in corso potrebbe acutizzare il problema delle infiltrazioni mafiose sia durante la crisi sia quando si affronterà un periodo di ripresa". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala, e presidente della Commissione e degli Osservatori regionali sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità.     
Cicala, "congiuntamente - è scritto in una nota diffusa dall'ufficio stampa del Consiglio regionale lucano - ai vicepresidenti Monica Forte e Carmine Mocerino", quindi chiede "allo Stato di mantenere alta l'attenzione sui fenomeni malavitosi, dando piena disponibilità attraverso l'azione legislativa che ci compete".

Coronavirus: in Campania 2677 contagi, 16 nel salernitano

Sono stati 2.677 i tamponi positivi in Campania, ad oggi, su 19.237 effettuati. L'Unità di Crisi della Regione Campania  ha divulgato i dati sui contagi. Ben 221,  i positivi di giovedì su 1.833 test. In provincia di Salerno, ieri (2 aprile ndr), sono stati effettuati 180 tamponi: 16 sono risultati positivi e 164 negativi.

Fca: produzione sospesa fino al 13/04

Nello stabilimento di Melfi (Pz) di Fca la produzione continuerà ad essere sospesa fino al 13 aprile e "l'eventuale ripresa potrebbe avvenire in modo parziale interessando solo i nuovi modelli Compass e Ibrido". E' il risultato di un incontro fra la direzione aziendale e i sindacati dei metalmeccanici e dei quadri Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcf.

"Social Card Covid 19": ripartiti i fondi

E' già stata adottata dall'ufficio Politiche di sviluppo e firmata dalla ragioneria la determina di liquidazione con la quale si mette a disposizione dei Comuni lucani il 50% del totale delle risorse destinate alla Social Card Covid 19". Lo ha reso noto, attraverso l'ufficio stampa della giunta regionale, l'assessore alle attività produttive, Francesco Cupparo.   
Il 50%, pari a 1,2 milioni di euro "è stato ripartito fra tutti i comuni lucani sulla base del numero dei residenti. Nel frattempo, entro il 6 aprile, i comuni, dopo una ricognizione delle esigenze rilevate, dovranno comunicare alla Regione il loro fabbisogno sulla base del quale verrà ripartito l'altro 50% del fondo a disposizione della social card Covid 19".

giovedì 2 aprile 2020

Emergenza Covid-19: in tutta la Basilicata 235 i positivi

La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri in Basilicata, sono stati effettuati 165 test per l’infezione da Covid – 19: 156 sono risultati negativi e 9 positivi. I casi positivi riguardano: 3 il Comune di Grassano; 2 il Comune di Potenza; 1 il Comune di Venosa; 1 il Comune di Marsico Nuovo; 1 il Comune di Rapolla; 1 il Comune di Garaguso. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 235 su un totale di 2427 tamponi analizzati, di cui 2179 risultati negativi. Attualmente in Basilicata i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane  sono 57 così suddivisi: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 17, terapia intensiva 13, pneumologia 5; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 16 e terapia intensiva 6. La task force precisa che tra i tamponi effettuati ieri 2 riguardano pazienti avviati alla guarigione ma che hanno dato ancora esito positivo.

Autismo: oggi è la giornata mondiale per la consapevolezza

Oggi è la giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo e per l'evento si concretizza il progetto finalizzato a far diventare fil lo spot "Mica scemo". E' è stato il primo esempio in Italia di pubblicità progresso dedicata al disturbo autistico. Grazie al film, che come lo spot vede protagonista Mingo De Pasquale, si potrà tornare a parlare di un adulto che purtroppo convive con una forma autistica molto grave. Il soggetto è scritto da Antonio Palumbo, che curerà anche la regia, e da Mariangela Barbanente. 
Un tema più che mai attuale - è sottolineato inn una nota - visto che l’emergenza legata alla pandemia generata dal Covid-19 ha costretto tutte le persone a modificare le proprie abitudini di vita limitandone la libertà di movimento e la socialità.

Anci Basilicata: necessari interventi mirati

Si è svolta in videoconferenza la riunione del Consiglio Direttivo dell’Anci Basilicata a cui erano stati invitati il Prefetto di Potenza Annunziato Vardè e il Presidente della Regione Vito Bardi. Alla riunione hanno partecipato tra gli altri anche i Presidenti delle Province di Potenza, Rocco Guarino e Matera, Piero Marrese. L’incontro è servito a condividere con il Prefetto le linee a cui ispirare le ordinanze contingibili ed urgenti emesse, in casi eccezionali, dai sindaci in relazione all’emergenza Covid-19. I Sindaci intervenuti hanno richiamato le questioni più urgenti: aumento del numero di tamponi da processare; maggiori rigorosi controlli nelle Residenze Assistenziali, Case famiglie e in generale nei luoghi di vita comune in modo da scongiurare situazioni critiche di contagio. Richiesta grande attenzione agli effetti del Coronavirus sulla situazione economica e sociale: siamo di fronte ad una catastrofe – hanno sottolineato i sindaci – molte piccole e medie imprese sono già sull’orlo del fallimento ed esigono una pacchetto di interventi mirati.

Cupparo: un sentito riconoscimento agli operatori dell’informazione

"Un sentito riconoscimento ai giornalisti e agli operatori dell’informazione che – sottolinea – stanno svolgendo un lavoro importante per informare i cittadini su quanto accade nella nostra regione e nel Paese per contrastare il coronavirus."
 Così l'assessore regionale al Lavoro e alle Attività Produttive Francesco Cupparo di intesa con il Presidente Bardi. "So bene le particolari e difficili condizioni in cui quotidianamente i giornalisti fanno il proprio lavoro per non far mancare i servizi radiofonici, televisivi, i servizi giornalistici sulla carta stampata e i notiziari web anch’essi strumenti di informazione soprattutto per le nostre comunità locali dove sono territorialmente radicati. Per questa ragione ha fatto bene il presidente del Comitato regionale per le comunicazioni della Basilicata, Antonio Donato Marra, a sottolineare la funzione di altissima responsabilità e a richiamare interventi e misure a favore dei giornalisti e degli editori del sistema radio-televisivo e dell’informazione web. Credo sia opportuno, innanzitutto, riconoscere che da parte dell’intero settore – aggiunge Cupparo - sia venuta una bella prova di responsabilità senza lasciare minimamente spazio alle “fake news” che soprattutto in altre realtà regionali si sono registrate, purtroppo, in quantità e con aspetti rilevanti, in questa fase. Conosco – anche se ho bisogno di un approfondimento – la crisi che attraversano da tempo le società editoriali dei principali quotidiani diffusi in Basilicata, come il ricorso a strumenti di ammortizzatori sociali testimoniano, e le crescenti difficoltà delle piccole realtà editoriali della comunicazione che utilizzano il web. Intendo per questo, in sinergia con il Presidente Bardi, raccogliendo la sollecitazione del presidente del Corecom, insieme alle associazioni di giornalisti ed editori, con il contributo di idee e proposte di ogni operatore dell’informazione, la consulenza degli uffici della Regione, procedere ad una verifica di quali azioni è possibile mettere in campo per tutelare questo che è un fondamentale settore di attività produttive che dà lavoro a numerosi professionisti ed operatori e che necessita di sostegni a vari livelli. Non appena mi sarà possibile – conclude Cupparo – intendo promuovere un confronto e visite-incontri in ogni redazione giornalistica e società editoriale. Ringrazio, pertanto, ancora una volta i giornalisti che lavorano nelle radio nelle televisioni nel web e nella carta stampata e tutti gli editori per lo sforzo profuso in questi tempi difficili."

Covid-19: in Campania arrivano a 2.456 i casi positivi

Aggiungi didascalia
In Campania arrivano a 2.456 i casi positivi al Coronavirus. Ieri sono stati 225 i nuovi contagi accertati e 1.676 i tamponi. Tra i dati comunicati dall'Unità di crisi della Regione L'Unità di crisi della Regione ha comunicato che presso l'ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 465 tamponi di cui 43 positivi; presso l'ospedale Ruggi di Salerno 117 tamponi di cui 14 positivi; a; presso l'ospedale Moscati di Avellino 93 tamponi di cui 16 positivi; all'Azienda universitaria Federico II di Napoli 102 tamponi di cui 6 positivi; presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno 723 tamponi di cui 132 positivi. 
Il totale complessivo dei tamponi effettuato in Campania è 17.404. 

Rifiuti in Basilicata: ordinanza del governatore Bardi

Foto: Oltre Free Press
In Basilicata i gestori delle discariche "sono autorizzati ad aumentare lo stoccaggio di rifiuti indifferenziati rispetto alle quantità previste, in deroga alle autorizzazioni concesse". Lo prevede un'ordinanza del governatore lucano, Vito Bardi, pubblicata sul Bollettino ufficiale speciale della Regione Basilicata. Queste disposizioni sono valide fino al 31 luglio 2020: l'ordinanza prevede quindi "il ricorso temporaneo a una speciale forma di gestione dei rifiuti urbani" durante l'emergenza Coronavirus "alla luce del blocco delle attività industriali, per consentire il regolare conferimento dei rifiuti dei Comuni negli impianti".    

Covid-19: in Puglia altri 19 decessi


In Puglia ieri si sono registrati 19 decessi e 143 nuovi casi di infezione da coronavirus. Il dato è stato comunicato dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. I decessi si sono registrati: 11 in provincia di Bari, uno nel Brindisino, due in provincia di Foggia, cinque nel Leccese.  Salgono a 129 le vittime del coronavirus in Puglia. Mentre le 143 positività su 1.136 tamponi eseguiti sono così suddivisi: 39 nel Barese, 5 nella Bat, 27 in provincia di Brindisi, 33 nel Foggiano, 18 nel Leccese, 22 nel Tarantino, uno fuori regione.(Ansa)

"Siamo nella fase acuta, misure prorogate fino al 13 aprile"

"Il nostro Paese sta attraversando la fase acuta dell’emergenza. Oggi abbiamo superato 13.155 decessi, questa è una ferita che mai potremo sanare. Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive che abbiamo disposto. " Lo ha affermato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante una conferenza stampa in cui ha comunicato di aver firmato un nuovo DPCM, annunciato in precedenza dal ministro Roberto Speranza, che proroga l’attuale regime delle misure, così come state disposte, fino al 13 aprile.  
"Nel momento in cui i dati inizieranno a consolidarsi - ha aggiunto Conte - inizieremo a programmare un allentamento delle misure, una fase 2, quella di ‘convivenza’ con il virus, misure che pian piano portano alla fase 3, l’uscita dall’emergenza e il ripristino della normalità”.

mercoledì 1 aprile 2020

Covid-19: in Basilicata salgono a 227 i casi positivi

In tutta la giornata di ieri, in Basilicata sono stati effettuati 217 test per l’infezione da Covid – 19. Di questi: 206 sono risultati negativi e 11 positivi. Lo rende noto la task force regionale. 
I casi positivi riscontrati: 1 nel Comune di Potenza; 7 nel Comune di Matera; 2 nel Comune di Nova Siri; 1 nel Comune di Pisticci; 1 nel Comune di Policoro. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 227 (aggiungendo gli 11 positivi e sottraendo al totale le due persone decedute ieri a Paterno e Irsina) su un totale di 2262 tamponi analizzati. 
Attualmente in tutta la Basilicata i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane sono 54: Azienda ospedaliera San Carlo: malattie infettive 18, terapia intensiva 9, pneumologia 5; Ospedale Madonna delle Grazie: malattie infettive 16 e terapia intensiva 6. Un paziente del San Carlo è migliorato ed è stato trasferito dalla rianimazione al reparto di malattie infettive. La Task force precisa inoltre che le persone guarite con terapia domiciliare sono state sottoposte al secondo tampone, che ha restituito esito negativo, ma per la formale diagnosi di guarigione clinica è necessario attendere la certificazione di assenza di sintomi clinici che l’azienda sanitaria competente rilascerà a breve.

De Luca: "E' assolutamente vietato uscire"

Foto: InterNapoli.it
Una nuova circolare del Viminale ai prefetti puntualizza le nuove misure di contenimento sociale relative all'emergenza e prevede la possibilità per un genitore di uscire con un figlio minore ma solo per motivi di salute o necessità e sempre restando vicino casa.
Intanto il governatore della Campania, De Luca, si scaglia contro la decisione del Ministero dell'Interno di consentire la possibilità ai cittadini di fare jogging e di passeggiare sotto casa. "Si trasmette irresponsabilmente l'idea che l'epidemia è ormai alle nostre spalle. Si ignora tra l'altro, che vi sono realtà del Paese dove sta arrivando solo ora l'ondata più forte di contagio.Si rischia, per una settimana di rilassamento anticipato, di provocare una impennata del contagio. Ribadisco - conclude - che in Campania rimane in vigore l'ordinanza regionale, derivata da motivi di tutela sanitaria, la cui competenza è esclusivamente regionale. Si ribadisce che è assolutamente vietato uscire a passeggio o andare a fare jogging."

Colloquio tra il presidente Bardi e il ministro Speranza

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha interloquito oggi con il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi "per una valutazione sulla evoluzione dell'epidemia in regione". Nel corso del colloquio - secondo quanto si è appreso - si è discusso "del modello di organizzazione ospedaliera e della necessità di puntare sul rafforzamento dei servizi territoriali.     Particolare attenzione è stata posta al focolaio di Tricarico (Matera) e più in generale all'attenzione alle case di cura per anziani".

Covid-19: altra vittima in Basilicata.

Ancora un'altra vittima a causa del coronavirus in Basilicata. Al “San Carlo” di Potenza si è spento un 53enne di Paterno, imprenditore. l'uomo si trovava nel reparto di Terapia intensiva. Due settimane fa era risultato positivo al tampone per il contagio da Covid-19. Sono 8 le vittime registrate fino ad oggi in Basilicata

Covid-19: in Puglia altri 91 positivi, 19 decessi

In Puglia nella giornata di ieri sono risultate positive al coronavirus 91 persone, mentre sono 19 i decessi, il maggior numero dall'inizio dell'epidemia. Il dato è stato comunicato dal presidente della Regione, Michele Emiliano. I decessi sono stati registrati 9 in provincia di Foggia (77, 66, 89, 74, 69, 93, 84, 69, 63 anni), 4 in provincia di Bari (90, 87, 67, 78 anni) , 3 in provincia di Lecce (97, 93, 86 anni), 2 in provincia di Brindisi (83 e 87 anni) e 1 in provincia di Taranto (40 anni). Salgono così a 110 i pugliesi morti per coronavirus. I nuovi casi di positività, invece, si sono registrati: 22 in provincia di Bari, 8 nella Bat, 52 in provincia di Foggia, 10 nel Leccese e 5 nel Tarantino. 

Covid-19: altri 14 positivi in Basilicata, i casi salgono a 218

In tutta la giornata di ieri, sono stati processati 212 tamponi per l’infezione da Covid-19. Di questi 198 sono risultati negativi e 14 positivi (13 più 1 di Gravina di Puglia).
Attualmente i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere lucane (Azienda ospedaliera San Carlo e Madonna delle Grazie) sono 54 così suddivisi: nell'Azienda ospedaliera San Carlo nel reparto malattie infettive sono 22, in terapia intensiva 11; nel Madonna delle Grazie nel reaprto di malattie infettive i ricoverati sono 15, in terapia intensiva n. 6.
Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 225 su un totale di 2045 tamponi analizzati. Quindi a oggi i positivi in Basilicata sono 218.



martedì 31 marzo 2020

"Coronavirus: contagi in diminuzione dalle prossime settimane"

Contagi in diminuzione in Campania dal prossimo 20 aprile. E’ quanto stabilisce uno studio dell’Einaudi Institute for Economics and Finance. La discesa della curva epidemica in Italia, secondo lo studio, potrebbe concludersi definitivamente intorno alla prima settimana di maggio con il raggiungimento dei contagi zero. Il picco, invece, dovrebbe esserci da questo fine settimana. 
La decrescita dei contagi, occorre sottolineare, come sempre è dovuta anche alle misure restrittive imposte dal Governo. In Basilicata, invece, lo studio prevede contagi zero entro il 7 aprile.

Archivio blog