venerdì 19 gennaio 2018

Donazioni organi: istituito registro territoriale

E’ stato presentato ed istituito, presso la sala consiliare della Provincia di Potenza, il “Registro Territoriale delle dichiarazioni anticipate di trattamento di natura medica”. Il registro è nato grazie ad una convenzione sottoscritta tra l’Amministrazione Provinciale e il Consiglio Notarile Distretti Riuniti di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina. Così come sottolineato durante la conferenza stampa, Provincia e Consiglio Notarile saranno tra le prime istituzioni in Italia a promuovere e garantire la libertà di manifestare il proprio volere in merito ai trattamenti di natura medica, oltre alla volontà della donazione degli organi e la cremazione. La firma sulla convenzione è stata posta dal presidente della Provincia, Nicola Valluzzi e da quello del consiglio notarile, Vito Pace. Si tratta del primo caso in Italia di accordo quadro tra un consiglio notarile ed un ente come la Provincia. Grazie al Dat i cittadini dei cento comuni del potentino potranno formulare le dichiarazioni anticipate di trattamento e disporre anche sulla donazione degli organi e sulla cremazione.

Cgil: “Garanzia giovani strumento sbagliato”

"Garanzia giovani è uno strumento sbagliato che non favorisce l'occupazione giovanile ma va nella direzione dello sfruttamento da parte delle imprese che adottano questa misura solo per far fronte ad emergenze che si scontrano con l'assenza di una politica programmatoria e di investimenti. I tirocini formativi altro non sono che una replicabilità degli strumenti". Lo ha detto il segretario lucano della Cgil, Angelo Summa, nel corso di un incontro sul mercato del lavoro che si è svolto oggi, a Potenza, a cui ha partecipato la segretaria confederale del sindacato, Tania Scacchetti.

Crac Ciccolella: disposte perquisizioni

Riguarda un bonifico da 600mila euro per l'acquisto, poi non avvenuto, di un immobile l'operazione sospetta sulla base della quale il presidente della Fc Bari 1908, Cosmo Antonio Giancaspro, ha subito oggi perquisizioni per una ipotesi di bancarotta fraudolenta nell'ambito di una indagine della Procura di Trani sul crac del Gruppo vivaistico Ciccolella. I finanzieri baresi hanno perquisito per ore l'abitazione privata e l'ufficio di Giancaspro. Il sospetto della Guardia di Finanza è che si sia trattato di una finta trattativa immobiliare per dissimulare il trasferimento della ingente somma di denaro.

Danneggiamento: segnalati alla Procura 7 minorenni

A Potenza i Carabinieri hanno segnalano alla Procura sette minorenni per danneggiamento. Di età compresa tra i 15 ed i 17 anni, tra l'8 e il 25 dicembre e, per ultimo, a Capodanno, dopo aver forzato la porta di ingresso di un centro per la cura di bambini con disabilità, hanno danneggiato porte e finestre, imbrattato i locali con gli estintori. I giovani sono stati sentiti in Caserma con i genitori. Oltre ai sette, era presente un tredicenne, non imputabile. Solo qualche giorno fa i militari avevano sorpreso quattro giovani, tre minorenni ed un maggiorenne, all’interno del Liceo Classico “Orazio Flacco” sito a Potenza, in Via Vespucci. L’ipotesi era quella del tentato furto o dell’atto vandalico.

Omesso versamento ritenute Inps: denunciato imprenditore di Scanzano Jonico (Mt)

L'amministratore di un'impresa di Scanzano Jonico (Mt), che opera nel settore dei servizi, è stato denunciato all'autorità giudiziaria dalla Guardia di Finanza per i reati tributari di omessa presentazione della dichiarazione e omesso versamento delle ritenute Inps. I militari delle fiamme gialle hanno anche chiesto il sequestro, per giungere alla confisca, dei "valori corrispondenti alle imposte evase".

Sfruttamento prostituzione: due arresti a Potenza

Con le accuse di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di giovani nigeriane, alcune delle quali vittime di tratta, due persone sono state arrestate dalla Polizia. La Squadra mobile di Potenza ha inoltre notificato un provvedimento di obbligo di presentazione nei confronti di un'altra persona. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza che ha richiesto le tre misure cautelari personali disposte dal Gip del capoluogo lucano.

giovedì 18 gennaio 2018

"CreOpportunità": a Potenza finanziati ulteriori 20 progetti

Con il bando CreOpportunità, sono stati finanziati a Potenza ulteriori 20 progetti imprenditoriali a valere sull’Investimento Territoriale Integrato (ITI) Sviluppo Urbano Città di Potenza. A seguito dell’Accordo di Programma stipulato fra l’Amministrazione regionale e quella del Capoluogo, sono stati assegnati ulteriori finanziamenti per 13 nuove micro, piccole e medie imprese. Gli assessori alla Programmazione e alle Attività produttive, rispettivamente Donatella Cutro e Carmen Celi hanno espresso soddisfazione per gli esiti di questa ulteriore fase valutativa dell’operazione Creopportunità. 

Sant’Arcangelo (Pz): trovato in un pozzo il corpo senza vita del 26enne scomparso

E’ stato trovato in un pozzo di contrada Sant'Elia a Sant'Arcangelo (Potenza), il corpo senza vita di Giuseppe Sansanelli, il ventiseienne scomparso il 23 dicembre scorso da Sant'Arcangelo. Il cadavere è stato scoperto dal titolare dell’azienda agricola proprietario dei terreni dove si trova il pozzo. L'uomo, appena fatta la scoperta ha allertato i carabinieri. Sul corpo recuperato ieri sera dai vigili del fuoco il magistrato ha disposto l’autopsia. Del giovane non si avevano notizie dalla mattina del 23 dicembre scorso quando era uscito sul presto come suo solito per effettuare un allenamento. Il ragazzo amava infatti fare lunghe passeggiate ed era appassionato di arrampicata.

Tac guasta: 50enne di Omignano (Sa) muore in tragitto verso il Cardarelli

Non ce l'ha fatta una 50enne di Omignano (Sa) che, a causa di una grave emorragia cerebrale, è stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania in fin di vita. Per un guasto alla Tac non è stato possibile diagnosticare il motivo del malore della donna che è stata trasferita prima all’ospedale di Battipaglia e poi al “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. I medici considerata la gravità delle sue condizioni ne hanno disposto il trasferimento al Cardarelli di Napoli. Ma la donna ha smesso di vivere durante il tragitto verso il presidio ospedaliero partenopeo.

“Iena due”: chiesti 243 anni e tre mesi per 27 imputati

Il pm della Dda di Potenza, Anna Gloria Piccininni, nell'ambito del processo "Iena due" sulle attività e sulle infiltrazioni di un clan del Potentino, ha chiesto pene complessive per 243 anni e tre mesi di reclusione per 27 imputati, a vario titolo, di associazione mafiosa. Le pene vanno da un massimo di 22 anni a un minimo di quattro, per una vicenda che risale al 2004.

Archivio blog