mercoledì 21 agosto 2019

Scuola: le date della prima campanella

I primi a tornare in classe dopo l'estate saranno, il 5 settembre, gli studenti bolzanini. Gli ultimi a tornare a scuola saranno invece gli studenti della Puglia, dove i cancelli riapriranno il 18 settembre. Il 9 settembre toccherà a studenti e docenti del Piemonte. Qualche giorno in più di vacanza in Veneto, Campania, Umbria e Basilicata, dove le scuole riapriranno l'11 settembre 2019. Il giorno successivo, il 12 settembre, torneranno a sedersi tra i banchi di scuola gli studenti della Valle D'Aosta, Sicilia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. Il 16 settembre suonerà invece la prima campanella dell'anno scolastico in Liguria, Emilia Romagna, Marche, Molise, Toscana, Calabria, Sardegna, Lazio e Abruzzo. Queste sono le indicazioni che arrivano dai calendari scolastici regionali; ogni istituto potrà poi decidere, grazie all'autonomia scolastica, il giorno esatto di riapertura.

Droga: due arresti sull'A2 del Mediterraneo

Una coppia di fidanzati bresciani è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. I due giovani (lui di 24 anni, lei di 21), diretti verso il Golfo di Policastro per le vacanze, sono stati fermati a bordo di un'automobile (Alfa Romeo Mito) nei pressi dello vincolo “Padula-Buonabitacolo” dell’autostrada A2 del Mediterraneo. I militari dell’Arma, insospettiti dal loro comportamento, hanno deciso di effettuare la perquisizione all’interno della vettura rinvenendo in una borsa da mare, nel vano portaoggetti sul cruscotto e sotto il posacenere circa 80 grammi di cocaina, marijuana ed hashish e circa 600 euro in contanti. I due fidanzati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito per direttissima dinanzi all’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

Bond a Matera: domenica scene di inseguimento

Con un avviso affisso agli ingressi di condomini e di alcune attività economiche del centro di Matera, la Lotus Production, società che cura la produzione esecutiva per l'Italia del film "Bond 25" (titolo provvisorio) sull'agente segreto 007, ha annunciato che domenica 25 agosto saranno realizzate alcune scene di inseguimento con passaggi di auto. L'attesa è ovviamente tutta - ma non solo - per la leggendaria Aston Martin, pluri-accessoriata, che ha caratterizzato gli episodi dell'agente di Sua Maestà britannica con licenza di uccidere. Le riprese sono previste tra le ore 7 e le 19 e saranno effettuate lungo l'asse via Roma-Via XX Settembre. Durante le scene - è scritto nell'avviso - alcune auto provenienti da Piazza Vittorio Veneto, la piazza principale di Matera, si dirigeranno in velocità lungo via XX Settembre. Al termine della corsa, dopo una rotatoria, le auto torneranno indietro su altre strade.

Muore 12enne: quattro medici indagati

Sono quattro i medici indagati dalla Procura di Salerno per la morte di Francesca Raiola di 12 anni, avvenuta nella notte tra il 14 e il 15 agosto nel reparto di Pediatria dell’azienda ospedaliera-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”. Lunedì pomeriggio il medico legale ha effettuato l’esame autoptico, i cui risultati si conosceranno entro una quarantina di giorni e saranno consegnati al pm. Gli avvisi di garanzia sono stati formalizzati per consentire ai medici indagati di nominare periti di parte che potessero seguire da vicino l’autopsia e tutelare il loro operato. Almeno per il momento, infatti, non vi sarebbero elementi di colpevolezza e soprattutto di negligenza a loro carico.

Decesso 17enne: a Monopoli (Ba) indagati due medici

Due medici in servizio all'ospedale di Monopoli (Ba) sono indagati per la morte del 17enne Giulio Vitti, avvenuta domenica a seguito di un malore in casa, due giorni dopo essere andato al pronto soccorso del nosocomio con febbre e una sospetta otite e dimesso dopo le cure. L'iscrizione nel registro degli indagati da parte della Procura di Bari, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, è un atto dovuto in attesa di conoscere l'esito dell'autopsia eseguita questa mattina sul corpo del ragazzo. I due indagati sono il medico del pronto soccorso e il suo collega otorino che venerdì scorso hanno visitato e curato il 17enne prima di dimetterlo e mandarlo a casa con una terapia antibiotica. L'autopsia, i cui esiti si conosceranno tra 90 giorni, è stata eseguita dal medico legale Biagio Solarino e dall'otorinolaringoiatra Michele Barbara, in qualità di consulenti della Procura.

martedì 20 agosto 2019

Polizia: il calendario del 2020

La Polizia di Stato inizia a svelare il progetto delcalendario istituzionale edizione 2020. Quest’anno la realizzazione dei 12 scatti che hanno il compito di ritrarre il delicato ruolo degli uomini e delle donne della Polizia è stata affidata alla professionalità del noto fotografo Paolo Pellegrin, vincitore di dieci edizioni del World Press Photo. Dal 2005 membro effettivo di Magnum Photos, una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo, con le sue fotografie ha voluto ritrarre l’attività operativa dei poliziotti attraverso un racconto che mette a fuoco la loro umanità. Tutti i cittadini potranno prenotare il calendario da parete (costo 8 euro) e il calendario da tavolo (costo 6 euro) entro il prossimo 23 settembre, facendo un versamento sul conto corrente postale n.745000, intestato a “Comitato Italiano per l’Unicef”. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale Calendario della Polizia di Stato 2020 per il progetto Unicef “Trentesimo anniversario della Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.

Droga: arrestato 37enne a Policoro (Mt)

Un uomo di 37 anni è stato arrestato dai Carabinieri, a Policoro (Mt), perché nella sua auto sono stati trovati cinque grammi di cocaina. L’uomo ha cercato di evitare un posto di controllo ma proprio il suo comportamento ha richiamato l’attenzione, facendo scattare i controlli. La droga era nascosta in un “piccolo vano” realizzato nella parte interna dello sportello del lato guidatore. Nella sua abitazione i Carabinieri hanno trovato un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi. Durante i controlli, i Carabinieri hanno anche ritirato la patente a due persone, denunciandole all’autorità giudiziaria: una si è rifiutata di sottoporsi all’accertamento con l’etilometro; l’altra aveva un tasso alcolemico superiore a quello previsto dalle legge.

Reddito di cittadinanza: due denunce nel potentino

Un sessantenne di Maratea (Pz) che percepiva il “Reddito di Cittadinanza” dal mese di maggio ha avviato in un’attività di lavoro dipendente non segnalandolo agli organi competenti . All’operaio, che è stato denunciato,  i finanzieri della Tenenza di Maratea (Pz), sono arrivati attraverso un controllo ad una multiproprietà condominiale amministrata da professionisti. Dopo il controllo, oltre alla denuncia del 60enne è stata comminata all’amministratore del condominio la “maxi sanzione” prevista per il lavoro “sommerso”. Un altro caso, invece, ha riguardato un beneficiario del Reddito di Cittadinanza che, ha omesso di segnalare l’avvio all’attività lavorativa di un componente del proprio nucleo familiare. In entrambi i casi i responsabili sono stati segnalati anche agli uffici Inps competenti, per la revoca del beneficio ed il recupero delle somme percepite. Inoltre a seguito di condanna, per loro non sarà possibile ripresentare la domanda per i prossimi dieci anni.

Raccolta pomodoro: 14 extracomunitari occupati

Quattordici lavoratori extracomunitari - fra i quali una donna - sono stati occupati "in nero" in un campo di Bernalda (Mt) per la raccolta di pomodori. Lo ha reso noto l'Ispettorato territoriale del lavoro Potenza-Matera.
I migranti - continua la nota - che provenivano da Guinea, Costa d'Avorio, Mali, Gambia e Nigeria, avevano tutti un regolare permesso di soggiorno.

Il padre resta sul treno: la polizia aiuta 13enne

Una ragazzina di 13 anni è stata aiutata dalla Polizia dopo che il padre, alla stazione di Potenza centrale delle Ferrovie dello Stato, era rimasto bloccato sul "Fracciarossa" Taranto-Milano. Dopo la segnalazione gli agenti hanno trovato sulla banchina del binario due la ragazzina: il padre era rimasto bloccato sul Fracciarossa, ormai partito per Salerno, su cui aveva accompagnato due zie che tornavano in Svizzera e dove si era attardato senza scendere in tempo.

Archivio blog