venerdì 23 ottobre 2020

Emergenza sanitaria: duro affondo della Cisl sulla sanità

“Il piano d’emergenza annunciato a luglio dal governatore si è rivelato una scatola vuota: sul tracciamento dei contagi, sulla riorganizzazione dei trasporti e sulle residenze per i contagiati a bassa intensità non è stato fatto nulla.” A dichiararlo il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella. Secondo Gambardella "l’aumento esponenziale dei contagi di questi giorni ha evidentemente smentito il generalizzato ottimismo che aveva caratterizzato il finale della scorsa primavera e l'intera estate, espresso anche attraverso alcune dichiarazioni del presidente Bardi secondo il quale il sistema sanitario lucano avrebbe retto bene la fase dell’emergenza. Dichiarazioni che oggi appaiono quanto mai anacronistiche”. “La pandemia ha evidenziato la debolezza di un modello sanitario regionale che ha abbandonato il territorio per concentrarsi con mezzi e risorse umane sulle due aziende ospedaliere di Potenza e Matera."



Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog