giovedì 6 agosto 2020

Industria alimentare. Fai Flai Uila su rinnovo contratto

Foto: Il Sole 24 Ore
Rinnovo del contratto nazionale dell’industria alimentare 2019-2023 per circa 2000 lavoratori dell’agro industria in Basilicata. L’accordo è stato firmato tra i sindacati Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Unionfood, Ancit e AssoBirra. “Si tratta di un contratto qualificante e di grande valore - affermano i segretari generali di Fai, Flai e Uila, Vincenzo Cavallo, Vincenzo Esposito e Gerardo Nardiello – che apporta miglioramenti normativi e l’incremento del Tem (trattamento economico minimo), riconoscendo un aumento salariale assolutamente appropriato, di 119 euro a regime, a cui si aggiungono 5 euro di welfare e 30 euro che verranno erogati a tutti i lavoratori per i quali non viene svolta la contrattazione di secondo livello”. 
Tra i punti qualificanti del rinnovo, l’introduzione di specifici piani di formazione pre-assunzione, l’obbligo di garantire l’acceso alla formazione a tutti i lavoratori, il rafforzamento della collaborazione tra imprese e mondo della scuola e dell’Università, oltre al recepimento dei contenuti del Patto della Fabbrica su partecipazione e coinvolgimento dei lavoratori e l’obbligo da parte dell’azienda a versare 20 euro mensili in busta paga in caso di mancata iscrizione al sistema di welfare.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog