martedì 2 luglio 2013

Natuzzi riorganizza l'assetto italiano: propone di chiudere Matera e Ginosa

Natuzzi ha comunicato ai sindacati la riorganizzazione dell'assetto italiano del gruppo, con la mobilità per 1.726 dipendenti a partire dalla fine della cassa integrazione, prevista ad ottobre. Ciò per ''salvaguardare la posizione di 2.789 lavoratori, di cui 1.449 interni e 1.340 nell'indotto''. 
Nel sottolineare la necessità di salvaguardare l'azienda, Natuzzi ha parlato di "costi industriali maggiori rispetto a competitori stranieri e concorrenti sleali nel distretto pugliese-lucano. 
Intanto l'onorevole Cosimo Latronico ha annunciato un'interrogazione urgente ai Ministri dello Sviluppo economico e del Lavoro perché si intervenga immediatamente per provare a correggere la proposta del gruppo Natuzzi di chiudere gli stabilimenti di Matera e Ginosa, espellendo di fatto dal ciclo produttivo più di 1.700 lavoratori.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog