venerdì 9 luglio 2021

Flai Cgil Taranto su caporalato, lavoro nero, dimissioni in bianco

"In provincia di Taranto ci sono ancora le dimissioni in bianco firmate dalle donne che si impegnano a non rimanere incinta prima di accettare l’ingaggio in campagna. Ci sono ancora le dimissioni “vivamente consigliate” per eludere il blocco dei licenziamenti previsti dall’emergenza Covid." E’ la denuncia della segretaria della Flai Cgil di Taranto, Lucia La Penna, che nei giorni scorsi ha lanciato il suo grido d’allarme nell’ambito del comitato direttivo del sindacato di categoria. Per La Penna "Il settore primario, resta la faccia oscura di una crisi che coinvolge nel tarantino ben 27mila lavoratori e lavoratrici."

 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog