Feasr: le Regioni del Sud bacchettano Patuanelli

Il Governo decida secondo equità, evitando nuovi scippi che sarebbero dannosi per l’avvenire del motore agricolo dell’Italia”. A sostenerlo gli assessori regionali all’Agricoltura di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Umbria (rispettivamente Francesco Fanelli, Gianluca Gallo, Nicola Caputo, Donato Pentassuglia, Toni Scilla e Roberto Morroni), insistendo sulla necessità di non mutare in corso d’opera le regole di riparto dei fondi europei per le politiche di sviluppo rurale. Qualora ciò si verificasse, si realizzerebbe uno sfregio istituzionale e politico senza precedenti. Noi non ci auguriamo ciò, ma auspichiamo ovviamente un ripensamento, serio e sereno e soprattutto giusto”. Avanti, dunque, con fermezza, sulla strada del dialogo. “Patuanelli non faccia il furbo. Non accetteremo mai colpi di mano tesi a cancellare la fase transitoria del biennio 2021-2022: ciò si tradurrebbe in una penalizzazione mortificante per regioni già svantaggiate che, paradossalmente, sarebbero private proprio dei fondi destinati a garantire il riequilibrio strutturale, a tutto vantaggio di zone già di per sé meglio attrezzate”- sottolineano Fanelli, Gallo, Caputo, Pentassuglia, Scilla e Morroni.

Posta un commento

0 Commenti
* Please Don't Spam Here. All the Comments are Reviewed by Admin.