mercoledì 9 settembre 2015

Indotto Eni: sit in di protesta sotto la sede della Regione Basilicata

Le imprese dell’indotto Eni della Val d’Agri, manifestano oggi sotto il palazzo della Regione Basilicata. Un siti in che vede protagonisti non i sindacati, ma gli imprenditori che lavorano nel comparto e che denunciano la sospensione o all’allungamento dei tempi nel rilascio delle autorizzazioni previste dagli accordi del ‘98, Una situazione che rischia di provocare notevoli danni economici. mette a rischio i posti di lavoro. 
Secondo un documento non ufficiale circolato nei giorni scorsi in alcune aziende dell’indotto della Val d’Agri, a fine dicembre il taglio occupazionale potrebbe essere pari al 50 per cento.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog