venerdì 13 febbraio 2015

Claps. La Corte di Cassazione: "Straordinaria gravità del reato"

"Straordinaria gravità del reato"; "piena capacità di intendere e volere dell'imputato, evincibile anche dalla lucida strategia difensiva": così la Corte di Cassazione si esprime sull'omicidio della studentessa Elisa Claps, scomparsa a Potenza il 12 settembre 1993 e trovata uccisa 17 anni dopo nel sottotetto di una chiesa del capoluogo lucano. La Cassazione ha escluso la partecipazione di altre persone al delitto per il quale Danilo Restivo sta scontando 30 anni di reclusione.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog