mercoledì 11 novembre 2020

Piano di Ripresa e Resilienza, Pd: la Regione improvvisa

Il 15 settembre scorso il Presidente del Consiglio dei Ministri ha trasmesso ai Presidenti di Camera e Senato la proposta di Linee guida per la definizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) approvate, nei contenuti essenziali, dal Comitato interministeriale per gli affari europei del 9 settembre scorso, in coordinamento con tutti i Ministeri e le rappresentanze delle Regioni e degli Enti locali. A sottolinearlo in conferenza stampa i consiglieri regionali Cifarelli e Pittella per i quali è evidente l’improvvisazione del governo regionale rispetto al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Per il consigliere Cifarelli “si può morire, oltre che per il Covid, anche per la mancanza assoluta di visione del futuro e di scelte strategiche appropriate. Il consigliere Pittella si è soffermato sul tema specifico del Covid. “Dalle tante dichiarazioni fin troppo esaltanti della maggioranza – ha detto il consigliere - ci siamo ritrovati in fascia arancione. Il nostro grido d’allarme non è stato recepito, eppure la nostra posizione era supportata da una serie di declaratorie in merito alle azioni da mettere in campo affinché la situazione non precipitasse. Per i due consiglieri è del tutto assente, inoltre, il rapporto essenziale con il mondo associativo ed il confronto con gli enti locali, Province e Comuni. Se sono stati necessari la mobilitazione annunciata dal Sindaco di Genzano e la petizione di Irsina per far comprendere al presidente Bardi che la sua ordinanza aveva i crismi della illegittimità, vuol dire che si sta seguendo una strada sbagliata e, soprattutto, si evince la mancanza totale di metodo e di merito”.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog