giovedì 31 ottobre 2019

Taranto. Confiscati beni per due milioni di euro

La Direzione Investigativa Antimafia di Lecce ha dato esecuzione a un provvedimento di confisca definitiva di beni, nei confronti di Antonio Vitale, alias “Tonino o’ pescatore”, pregiudicato 67enne di Taranto. I beni erano stati sottoposti a sequestro anticipato nel maggio 2012, dopo le indagini che consentirono di accertare una notevole sproporzione tra gli esigui redditi dichiarati dall’uomo e il patrimonio a lui riconducibile. Vitale, condannato in via definitiva per rissa aggravata, porto e detenzione abusiva di pistola, furti plurimi aggravati, violenza privata, abusiva occupazione di spazio doganale, ha avuto rapporti con i capi di tre diversi sodalizi criminali attivi in provincia di Taranto. Confiscati definitivamente quattordici rapporti bancari e postali, nove terreni agricoli, un locale commerciale, uno  stabilimento balneare. Il valore complessivo del patrimonio ammonta a circa due milioni di euro. 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog