giovedì 26 gennaio 2017

Al su sequestro impianti di depurazione

"La titolarità a richiedere l'Autorizzazione unica ambientale (Aua) per gli impianti di depurazione è in capo ad Acquedotto Lucano soltanto dallo scorso mese di ottobre, e non lo è, ancora oggi, nemmeno per tutti gli impianti ma soltanto per una parte di essi: precisamente quelli che riguardano 75 dei 131 comuni gestiti". E' quanto precisa in una nota Acquedotto Lucano (Al) in riferimento all'inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza che ha portato al sequestro preventivo (con facoltà d'uso) di 52 impianti di depurazione per la mancanza dell'Aua, e all'iscrizione nel registro degli indagati di otto persone (tra funzionari, dirigenti ed ex dirigenti di Al). Si tratta, secondo Al, "di aspetti meramente autorizzativi e che non attengono la reale attività depurativa svolta dagli impianti, infatti non viene contestato nessun reato ambientale".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog