martedì 1 aprile 2014

Indotto Eni, confermato stato agitazione

Cgil, Cisl e Uil Potenza, con le federazioni di categoria, hanno tenuto un'assemblea con i lavoratori dell'indotto Eni di Viggiano, in cui è stato fatto il punto sui contenuti della piattaforma riguardante salario, occupazione e tutela della salute. I sindacati hanno evidenziato che dai due precedenti incontri tenutisi in Confindustria, tra Cgil, Cisl, Uil, Pensiamo Basilicata e Confidustria, - evidenziano i sindacati -  non sono arrivate risposte soddisfacenti, con le parti datoriali ben lontane dalla sostanza delle richieste contenute nella piattaforma sindacale. Nell'assemblea è stato approvato all'unanimità, un ordine del giorno con cui si conferma lo stato di agitazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog