Nel materano il prefetto dispone una "misura di prevenzione collaborativa"

Un’azienda del Materano attiva nel settore dell’estrazione e trasporto di inerti che “nel corso della sua vita economica si è trovata ad avere a che fare con organismi già interdetti e vettori di rapporti economici con imprese mafiose”, ha ricevuto oggi dal prefetto di Matera, Sante Copponi, una misura di “prevenzione collaborativa”. Il  provvedimento è il primo del genere in Basilicata. la misura intende strutturare un nuovo modello collaborativo con il mondo produttivo che porti a modulare l’afflittività della misura preventiva antimafia in relazione all’effettivo grado di compromissione dell’impresa rispetto al contesto criminale.

Posta un commento

0 Commenti
* Please Don't Spam Here. All the Comments are Reviewed by Admin.