Covid-19. Impennata di casi, ma non c’è alcun allarme

Negli ultimi sette giorni c'è stata un'impennata di casi del 56 per cento. Sono aumentati dell'8 per cento i ricoveri di pazienti covid nei reparti ordinari, del 7 per cento nelle terapie intensive. Ma non c'è alcun allarme. Secondo quanto emerge dagli studi più recenti, Omicron BA5, la nuova variante presenta un tasso di contagiosità decisamente più elevato rispetto alle varianti passate, ma nella stragrande maggioranza dei casi non causa sintomi gravi. Per ora quindi, la situazione è sotto controllo: il problema vero si porrà se si dovesse incontrare una variante non solo così contagiosa, ma anche più virulenta. Situazione che, se gestita in maniera intelligente, potrebbe portare presto allo stop dell'isolamento obbligatorio in casa per i positivi al covid-19. Gianni Rezza, direttore del dipartimento prevenzione al Ministero della Salute, ha chiarito, pur senza ipotizzare date, che "si andrà verso una politica di responsabilizzazione rispetto al virus. Prima di tutto superando l'obbligo di isolamento dei contagiati".

Posta un commento

0 Commenti
* Please Don't Spam Here. All the Comments are Reviewed by Admin.