giovedì 3 giugno 2021

Maltrattamenti di cani e traffico di cuccioli: 29 denunce

Allevatori di razze canine e medici-veterinari residenti nelle Provincie di Ancona, Macerata e Cosenza sono risultati coinvolti in 52 amputazioni illegali delle orecchie e della coda di cani corso, pittbull e dogo argentino, eseguiti tra il 2017 e il 2019. Sono alcuni dei dettagli emersi dall'inchiesta denominata "Crudelia Demon",  diretta alla Procura di Ancona ed eseguita dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites. Nei giorni scorsi la conclusione delle indagini preliminari: 29 allevatori di cani di razza residenti in nove regioni italiane, e 11 medici veterinari, sono stati denunciati a diverso titolo per maltrattamento, falso in atto pubblico, traffico illecito di animali da compagnia, abusivo esercizio della professione veterinaria, uso di atto falso. Un trasportatore ed allevatore di cani, residente a Bari, sono accusati invece di aver falsificato, in concorso con altri allevatori e veterinari, i documenti per esportare 30 verso gli Usa e di averne importati dagli Usa cinque con documenti falsi, sotto i tre mesi di età e senza vaccinazione antirabbica, configurando così il delitto di traffico illecito di animali da compagnia. A casa dell'allevatore, trovate etichette false di vaccino antirabbico, documenti di esportazione e libretti sanitari falsi.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog