martedì 4 maggio 2021

Fiom e Uilm su vertenza ex Firema

TFA, il gruppo Indo Napoletano che dal 2015 ha acquisito Firema Trasporti, continua a portare avanti unilateralmente il suo piano industriale in assenza di un confronto con i Lavoratori Lucani.  Così Fiom e Uilm in una nota. L’azienda ha annunciato lo scorso anno a Caserta l’intenzione di voler trasferire tutte le attività nel sito campano e di dismettere il sito di Tito. "Su richiesta dei sindacati di categoria  si è avviato, un percorso istituzionale per trovare soluzioni utili alla tenuta dello stabilimento di Tito che però ha visto l’azienda assente. In questo percorso giunge la convocazione da noi richiesta, da parte dell’Assessore alle attività produttive Cupparo, dell’incontro di domani in videoconferenza a partire dalle ore 10.00 in cui - affermano i sindacati - auspichiamo la presenza dell’amministratore delegato del gruppo." Auspicate risposte ai lavoratori di Tito che da 5 giorni sono in assemblea permanente davanti ai cancelli dello stabilimento lucano affinché TFA modifichi il proprio piano industriale e si renda disponibile ad una soluzione che punti alla salvaguardia del futuro occupazionale dei lavoratori del sito. Domani, 5 Maggio, a partire dalle ore 10.00 tutti i lavoratori di TFA insieme a Fim Fiom e Uilm Basilicata terranno una conferenza stampa nel piazzale antistante lo stabilimento per comunicare gli esiti dell’incontro.


Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog