sabato 20 marzo 2021

Truffe on line nel potentino: sei denunce

Truffe on line commesse ai danni di persone residenti in provincia di Potenza sono state scoperte dai Carabinieri che hanno denunciato sei persone, tutte di altre regioni. Le truffe - da un minimo di 230 euro a un massimo di 1.800 - sono state subite da persone di Atella, Lavello, Melfi e Sant'Arcangelo. Ad  Atella, un 21enne e un 23enne, dopo avere pubblicato un’inserzione on line, per la vendita di un telefonino, hanno indotto un ragazzo del posto, interessato all’acquisto, ad accreditargli su carta prepagata, 230 euro. I venditori, però, intascata la cifra, non hanno fatto pervenire la merce concordata; A Lavello, un 36enne e un 47enne, dopo avere proposto la vendita di una piscina prefabbricata per giardino, con un annuncio on line, hanno indotto un uomo del posto ad effettuare dei bonifici bancari per una somma complessiva di 1.241 euro. I due, quindi, ricevuti i soldi, hanno poi omesso la consegna della merce. A Melfi, un 33enne, dopo avere “postato” un annuncio, su un noto sito web, relativo alla vendita di un’autovettura, ha convinto, un uomo del luogo a versare su una carta prepagata l’importo di 1.800 euro per l’acquisto del veicolo, omettendo poi la consegna e rendendosi anche irreperibile. Infine a Sant’Arcangelo, un 52enne, dopo avere inserito un’offerta on line inerente la vendita di un elettrodomestico, ha indotto una donna del posto, interessata all’acquisto, ad accreditargli 450 euro su carta prepagata a lui intestata, quale corrispettivo. L’inserzionista, poi non ha spedito il prodotto. 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog