mercoledì 20 dicembre 2017

Ictus al termine della gravidanza: stanno bene mamma e neonato

È tornata a casa e sta bene la donna colpita da ictus al termine della gravidanza. Anche il neonato è in ottime condizioni. La perfetta sinergia tra tre reparti dell’ospedale “San Carlo” di Potenza, Ostetricia, Anestesia e Rianimazione e Stroke Unit, ha permesso di risolvere nel migliore dei modi possibili un caso davvero complicato che ha visto protagonista un donna di 38 anni: al termine della gravidanza si è risvegliata presentando difficoltà di parola e un deficit di forza al lato destro del corpo. Grazie al tempestivo intervento del 118 è stata condotta in eliambulanza al San Carlo. In Pronto Soccorso, su indicazione del neurologo della Stroke Unit, è stata immediatamente effettuata una Risonanza Magnetica. Dopo aver escluso con la consulenza neurochirurgica l’indicazione all’intervento, la decisione adottata è stata quella della messa in sicurezza del neonato. La paziente è stata sottoposta a parto cesareo urgente in anestesia generale. La paziente è stata quindi trasferita in Stroke Unit presentando ancora un disturbo del linguaggio e deficit di forza a tutto il lato destro del corpo.Il costante monitoraggio dei parametri vitali, il trattamento farmacologico, l’assistenza dedicata e la riabilitazione hanno prodotto un quasi completo recupero del deficit neurologico. La paziente è stata dimessa dopo nove giorni di ricovero insieme al suo bambino in buone condizioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog