mercoledì 12 aprile 2017

A San Chirico Raparo teatro e integrazione

Anche il teatro, e più in generale la cultura, possono essere "veicoli" efficaci per l'integrazione tra i migranti e le comunità che li ospitano. Su questa base è nato lo scorso settembre, a San Chirico Raparo (Pz), un laboratorio teatrale che ha coinvolto 12 minori, migranti non accompagnati tra i 16 e i 18 anni, e che porterà in scena il 12 aprile una rivisitazione in chiave moderna degli "Argonauti", insieme ai giovani del posto. L'iniziativa è stata presentata a Potenza, nel corso di una conferenza stampa. Il 12 aprile, quindi, nel Centro Sociale "San Josemaria Escriva'" di San Chirico Raparo - comune di circa mille abitanti a 780 metri sul livello del mare - sarà presentato il progetto "Tuttùn, la non-scuola".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog