martedì 25 ottobre 2016

Rete Sociale Attiva Basilicata su "Bigliettazione elettronica"

Sono numerose le polemiche dopo l’avvio bigliettazione elettronica nel Tpl a Potenza di cui Rete Sociale Attiva Basilicata, Associazione Nazionale di Consumatori, si fa nuovamente portavoce. Per Luisa Rubino, avvocato responsabile dell’associazione Rete Sociale Attiva Basilicata, e Fernando Picerno, consigliere del comune di Potenza, sono diverse le esigenze rappresentate dagli utenti tra cui l’eliminazione del biglietto di corsa singola. Penalizzati anche i detentori degli abbonamenti che al momento del cambio della tessera non si vedono riconosciuta nessuna agevolazione e sono costretti a corrispondere altri € 5,00 ai fini della validità dell’abbonamento stesso. Il piano tariffario non sembra prevedere la concessione di tariffe agevolate per adolescenti, disabili e anziani e, per di più, non è chiara nemmeno la fascia di età entro la quale i bambini sono esenti dal pagamento del ticket. A fronte delle specifiche problematiche, l’avv. Rubino ed il consigliere Picerno hanno richiesto un incontro con l’Assessore alla Mobilità del Comune di Potenza, Gerardo Bellettieri.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog