mercoledì 21 settembre 2016

Eni: revocati i domiciliari per i 5 tecnici



Tornano in libertà i cinque tecnici Eni, ai domiciliari da fine marzo scorso, nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica su un traffico illecito di reflui provenienti dsl Centro Olio di Viggiano. Si tratta di Roberta Angelini, Vincenzo Lisandrelli, Antonio Cirelli, Luca Bagatti e Nicola Allegro. Sono accusati di traffico illecito di rifiuti pericolosi, avendo contraffatto, secondo quanto emerge dall’indagine dei carabinieri del Noe, i codici dei rifiuti, provenienti dall’attività estrattiva e trasferiti negli impianti di Tecnoparco in Val Basento per essere smaltiti.  Il 6 ottobre inizierà il processo: oltre 90 gli imputati, tra i quali l’ex sindaco di Corleto Perticara, Rosaria Vicino (per il filone Tempa Rossa dell’inchiesta), che rimane ai domiciliari, ed enti tra i quali l’Eni.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog