venerdì 4 dicembre 2015

Bari. Il Cfs scopre maxi frode su 7000 tonnnellate di olio

Con una tecnica innovativa del riconoscimento del Dna delle 'cultivar di olivo' presenti nell'olio (analisi molecolare), il Corpo forestale dello Stato, su delega della Dda di Bari, ha scoperto tra Brindisi e Bari una maxifrode su 7.000 tonnellate di olio spacciato come '100% italiano', ma in realtà ottenuto mediante la miscelazione di oli presumibilmente extravergini provenienti anche da Paesi extra Ue (Siria, Turchia, Marocco e Tunisia). Sei gli indagati. Per la Coldiretti ora più che mai è necessario difendere dalle truffe il Made in Italy che quest'anno può contare su una produzione da record dal punto di vista qualitativo pari a circa 299 mila tonnellate in aumento rispetto ai risultati disastrosi dello scorso anno".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog