Melfi (Pz): gli sviluppi dell'inchiesta sugli appalti pilotati

Eludere le interdittive antimafia attraverso il “sistema” partecipativo dei consorzi. E’ la modalità con cui secondo gli uomini della Squadra Mobile di Potenza, le imprese e le società degli imprenditori Emilio Gerardo Caprarella ed Antonio Caprarella sono riuscite negli ultimi anni ad aggiudicarsi diversi appalti nella zona del Vulture-Melfese. Un modo messo in pratica, secondo la ricostruzione degli inquirenti, anche per l’aggiudicazione, da parte del consorzio di cui fa parte anche la ditta Caprarella, dell’appalto relativo ai lavori di “Restauro e valorizzazione del complesso monumentale dei ruderi di S.Ippolito (nella foto) nella zona di Monticchio (in territorio del Comune di Atella)”.
Tags

Posta un commento

0 Commenti
* Please Don't Spam Here. All the Comments are Reviewed by Admin.