sabato 24 ottobre 2020

Violenza su turiste minorenni, stamane interrogatori di garanzia

Si sono svolti questa mattina, nel palazzo di giustizia di Matera, gli interrogatori di garanzia dei quattro giovani arrestati mercoledì scorso dalla Polizia nell'ambito delle indagini sulla violenza sessuale di gruppo subita da due turiste inglesi minorenni, la notte del 7 settembre scorso, in una villa di Marconia di Pisticci (Mt). I quattro - come hanno reso noto i loro difensori - hanno detto al gip di essere "estranei ai fatti" o si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Con l'accusa di violenza sessuale di gruppo sulle due minorenni sono già in carcere dall'11 settembre altri quattro giovani. 

Tempa Rossa: caricata prima autobotte zolfo liquido

La produzione nel centro oli di Tempa Rossa della Total è arrivata "intorno ai 45 mila barili al giorno": lo ha annunciato la stessa società, annunciando che è stata caricata "la prima autobotte di zolfo liquido e sono operativi i trasferimenti di tutti i prodotti (greggio, gas naturale, gpl e zolfo)". Total, inoltre, ha spiegato che "la fiamma in torcia è significativamente bassa e il contenuto di componenti solforati nel gas residuo è ridotto del 99%. Le condizioni della torcia, salvo ulteriori migliorie attualmente in fase di studio, sono pressoché ottimali. Per quanto riguarda l'emergenza sanitaria, Total scrive di aver "adottato misure di prevenzione addizionali".



Consegnate al sindaco Bennardi le chiavi del Teatro Duni

Le chiavi del Cinema Teatro Duni di Matera sono state consegnate al sindaco della Città dei Sassi, Domenico Bennardi, in una breve cerimonia davanti allo storico edificio progettato dall’architetto Ettore Stella. A consegnare le chiavi dell’immobile al Sindaco è stato l’avvocato Massimiliano Miglio, delegato alle vendite immobiliari del Tribunale di Matera. Presente alla cerimonia l’ex sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, il quale ha affermato che sono disponibili 4 milioni di euro per la ristrutturazione dell’immobile che serviranno ad un’operazione di recupero certosina di questa pietra miliare dell’architettura italiana del ‘900. Il sindaco Bennardi si è impegnato ad avviare quanto prima le procedure per la riqualificazione del teatro Duni di Matera, poiché la città di Matera, già capitale europea della cultura 2019 non può restare a lungo priva di un teatro così rappresentativo.

"Nel 2019 in Basilicata 903 incidenti con 29 morti e 1.484 feriti"

Nel 2019 in Basilicata sono avvenuti 903 incidenti stradali che hanno causato 29 morti e 1.484 feriti: è quanto emerge da un'indagine dell'Istat. Rispetto al 2018, gli incidenti e i feriti sono diminuiti del 7,8 per cento, i morti del 35,6 per cento. L'ultima parte dell'indagine contiene già i primi dati relativi al 2020, che sono in calo visto che l'epidemia di covid-19 "ha modificato radicalmente le abitudini di tutti e la mobilità ha avuto una battuta d'arresto come mai si era verificato prima". In Basilicata è stato registrato un calo anche del 100 per cento degli incidenti nel mese di aprile.



Tifoso investito: eseguiti 18 Daspo

Diciotto divieti di accedere a manifestazioni sportive (daspo) - per periodi da due a otto anni - sono stati eseguiti dalla Polizia nell'ambito delle indagini sulla morte di Fabio Tucciariello, di 39 anni, che fu investito da un'auto il 19 gennaio scorso, a Vaglio di Basilicata (Potenza), durante scontri tra sostenitori della Vultur Rionero e del Melfi, squadre del campionato lucano di Eccellenza. Le misure, che sono state già validate dal gip presso il Tribunale di Potenza, prevedono anche l'obbligo di firma "due volte al giorno in occasione di tutti gli incontri" della Vultur Rionero.

Leone replica a Gambardella: “I numeri del tutto sotto controllo”

In Basilicata l'epidemia di coronavirus ha "rialzato la testa" ma con "numeri del tutto sotto controllo rispetto anche ad altre regioni italiane": lo ha detto l'assessore regionale alla sanità, Rocco Leone, replicando alle critiche espresse ieri dal segretario lucano della Cisl, Enrico Gambardella. "Abbiamo risposto e rispondiamo quotidianamente con i fatti - ha aggiunto Leone - tra le mille difficoltà dovute alla incapacità del Governo di garantire flussi costanti di approvvigionamento, così come pure di autorizzare le regioni all'assunzione di nuovo personale sanitario. Nonostante questo, la Basilicata fino ad ora ha gestito e continua a gestire la pandemia con risultati più che apprezzabili e apprezzati. Così come hanno riconosciuto il viceministro Sileri e il ministro Boccia."




Gestione emergenza sanitaria, a Potenza riunione in Regione

La Regione Basilicata sta valutando "l'individuazione di ulteriori strutture da destinare ai ricoveri di pazienti positivi al covid-19 asintomatici e paucisintomatici": è emerso da una riunione per la gestione dell'emergenza presieduta dal presidente della Regione, Vito Bardi. Alla riunione hanno partecipato il direttore generale del dipartimento politiche della persone, Ernesto Esposito, e i rappresentanti delle aziende sanitarie. I posti letto aggiuntivi da individuare "si andrebbero ad aggiungere a quelli degli ospedali da campo donati dal Qatar e a quelli derivanti dall'ampliamento dei reparti covid".

EasyPark: attiva anche a Potenza l'app di mobile parking

Ora anche a Potenza è attiva EasyPark, l’app di mobile parking che consente agli automobilisti di attivare, terminare e pagare la sosta direttamente dal proprio smartphone, in completa sicurezza e con estrema facilità e rapidità. Il servizio si può utilizzare in 450 città in Italia, tra cui Matera, Pisticci, Bernalda, Minervino Murge, Gravina, e in altri 19 paesi all’estero. Sono infatti oltre 2000 le città e gli operatori a disporre del servizio EasyPark. Il sindaco di Potenza, Mario Guarente: "E' un primo passo verso la città Smart che ci permetterà di ampliare la gamma dei servizi offerti nell’articolato mondo dei trasporti. Un'app presente in tutta Europa che consentirà ai cittadini di gestire e pagare la sosta comodamente dal proprio cellulare."

Covid-19. In Campania sono 2280 i nuovi positivi

Sono 2.280 i nuovi positivi al Covid rilevati ieri in Campania, nuovo record di contagi mai toccato finora. Di questi, 100 sono i sintomatici. Sono stati 15.801 i tamponi eseguiti. Il bollettino dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala anche 12 nuove vittime (decedute tra il 20 e il 22 ottobre) e 194 guariti. Il report dei posti letto segnala che in terapia intensiva sono occupati 98 posti sui 227 disponibili, mentre è in forte affanno il comparto delle degenze ordinarie Covid: i posti letto occupati sono 1.090 su 1.114, in pratica saturazione completa mentre si lavora per rendere liberi nuovi reparti ospedalieri finora adibiti ad altre attività.

Covid-19. In Puglia nuova impennata di casi: 590 su 5253 test

Dagli ultimi dati è stata rilevata una nuova impennata di contagi anche in Puglia: su 5253 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati 590 casi positivi. Il giorno precedente su 5.651 tamponi erano risultate infette 485 persone. I positivi di oggi sono così ripartiti: 234 in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 58 nella provincia BAT, 176 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 65 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 7 provincia di residenza non nota. E' stato registrato un decesso in provincia di Taranto. I casi attualmente positivi nella regione sono complessivamente 6.828.

Covid-19. In Basilicata su 1434 tamponi analizzati 112 sono positivi

Per la prima volta dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata il numero dei nuovi positivi ha superato quota cento, attestandosi nelle ultime 24 ore a 112 sui 1.434 tamponi processati. Lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che "i lucani attualmente positivi sono 799". I nuovi guariti sono dieci, portando così il numero totale delle persone che hanno superato la malattia a 542. 58 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: tra cui 4 in terapia intensiva. Le vittime del covid-19 sono 42.

venerdì 23 ottobre 2020

Positivo al covid-19, ma per strada: una denuncia a Calciano (Mt)

Un uomo di 63 anni è stato denunciato dai Carabinieri, a Calciano (Matera), perché, nonostante fosse positivo al coronavirus, era in una strada del paese. L'uomo è stato fermato durante i controlli dei militari per il rispetto delle prescrizioni emanate per contenere l'epidemia. Gli è stato intimato di non uscire da casa "fino all'autorizzazione dell'autorità sanitaria".

Emergenza sanitaria: duro affondo della Cisl sulla sanità

“Il piano d’emergenza annunciato a luglio dal governatore si è rivelato una scatola vuota: sul tracciamento dei contagi, sulla riorganizzazione dei trasporti e sulle residenze per i contagiati a bassa intensità non è stato fatto nulla.” A dichiararlo il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella. Secondo Gambardella "l’aumento esponenziale dei contagi di questi giorni ha evidentemente smentito il generalizzato ottimismo che aveva caratterizzato il finale della scorsa primavera e l'intera estate, espresso anche attraverso alcune dichiarazioni del presidente Bardi secondo il quale il sistema sanitario lucano avrebbe retto bene la fase dell’emergenza. Dichiarazioni che oggi appaiono quanto mai anacronistiche”. “La pandemia ha evidenziato la debolezza di un modello sanitario regionale che ha abbandonato il territorio per concentrarsi con mezzi e risorse umane sulle due aziende ospedaliere di Potenza e Matera."



Settore Multiservizi: a Potenza incontro con il Prefetto

I sindacati della Filcams Cgil e della Uil (servizi e trasporti) di Potenza esprimono soddisfazione per l’incontro con il prefetto Annunziato Vardè, a seguito del sit in di protesta per il rinnovo dei contratti del settore Multiservizi, che si è svolto a Potenza come appuntamento unico in Basilicata. Il prefetto ha accolto le istanze dei lavoratori del comparto Multiservizi, in attesa da oltre 7 anni del rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Una mobilitazione nazionale che si è resa necessaria per l’indisponibilità delle Associazioni Datoriali, con in testa Anip Confindustria, a dare un giusto e dignitoso rinnovo del Contratto agli addetti del comparto, che hanno dato prova di grande senso di responsabilità in piena fase emergenziale e, ancora oggi, nella seconda ondata ormai conclamata, sono in prima linea. Intanto i sindacati chiedono un’assunzione di responsabilità da parte delle associazioni datoriali e delle imprese con il rinnovo del contratto nazionale che riconosca diritti e giusto salario. Un presidio si è svolto anche al Crob di Rionero.

Ad Avigliano (Pz) eseguiti 300 tamponi in modalità drive-in

Si è conclusa ad Avigliano (Pz) l’attività di screening messa in campo dall’Asp Basilicata con l’Assessorato alla Sanità della Regione Basilicata e l’Amministrazione comunale, a seguito dei casi di positività al Covid-19 riscontrati su cittadini ed alunni che frequentano gli istituti scolastici del Comune. Sulla base di link epidemiologici codificati sono stati somministrati circa 300 tamponi naso-faringei con il sistema del “drive-in”. Contestualmente, le Unità Speciali Covid-19 di riferimento, attraverso l’esecuzione di test diagnostici molecolari a domicilio, hanno completato la mappatura dei cittadini maggiormente esposti.

Covid-19. In Puglia su 5.651 test 485 positivi

Impennata di casi positivi oggi in Puglia: su 5.651 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus oggi sono stati registrati 485 casi positivi. Una persona è morta in provincia di Bari. Ieri i casi di positività erano stati 324 (su 5.300 tamponi) e due le persone decedute. I nuovi casi sono così ripartiti: 178 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 53 nella provincia BAT, 132 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 83 in provincia di Taranto. 2 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. In Puglia sono 6279 i casi attualmente positivi.

Covid-19. Lieve flessione di positivi al Covid-19 in Campania: 1541 su 12.001

Lieve flessione dei positivi al Covid in Campania, ma con meno test effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati 1541 i casi (ieri erano stati 1760) su un totale di 12.001 tamponi (ieri 13.878). Secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania i sintomatici sono 88; gli asintomatici: 1.453. Ad oggi il totale dei positivi è di 32.025 casi su 814.966 tamponi esaminati. Sei le persone decedute tra il 20 ed il 21 ottobre; 75 i guariti.

Covid-19. In Basilicata su 1256 tamponi analizzati 99 positivi

Sono stati 1256 i tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19 analizzati in Basilicata, 99 sono risultati positivi. Lo ha reso noto la task force regionale. Tra le positività riscontrate : 15 residenti in Regione Puglia e lì in isolamento, 1 cittadino campano in isolamento a Brienza, 8 Brienza, 20 Potenza di cui 1 in isolamento a Brienza, 2 Satriano 1 in isolamento a Brienza, 1 residente in Regione Lazio in isolamento a Brienza, 3 Venosa,4 Lavello,1 Banzi, 3 Genzano,2 Melfi, 3 Matera, 2 Pietragalla, 2 Accettura,1 cittadino residente in Regione Lombardia e lì in isolamento.
Altro dato di rilievo la guarigione di 27 persone: 13 Melfi, 3 Marsicovetere, 2 Rapolla, 1 Marsiconuovo, 2 Valsinni,1 Atella,1 Brienza,1 Barile,1 Ruoti, 2 Tramutola, ma sono decedute anche 3 persone: 1 Viggiano, 1 Grumento, 1 San Chirico Raparo. I lucani attualmente positivi sono 721, di cui 669 in isolamento domiciliare. 52 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane tra le quali quattro in terapia intensiva.







giovedì 22 ottobre 2020

Nuova giunta comunale a Matera: è composta da 5 uomini e 4 donne

E' composta da cinque uomini e quattro donne la nuova giunta comunale di Matera, guidata da Domenico Bennardi (M5s), eletto al ballottaggio il 5 ottobre scorso con una percentuale superiore al 67 per cento dei voti (battendo il candidato di centrodestra). I nove assessori sono: Arcangelo Colella (bilancio), Alberto Acito (innovazione e servizi civici), Raffaele Tantone (mobilità), Giuseppe Digiglio (attività produttive), Giuseppe Sarli (politiche sociali), Tiziana D'Oppido (cultura), Lucia Summa (ambiente), Rosa Nicoletti (urbanistica) e Graziella Corti (opere pubbliche).

 

 









Unibas. Bardi ha incontrato il rettore Mancini


Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha ricevuto il rettore dell’Università degli Studi di Basilicata, Ignazio Mancini. Al centro del colloquio il corso di laurea in Medicina e Chirurgia e l’attuale emergenza sanitaria. Dall’incontro è emersa la volontà di rafforzare l’impegno comune sia per superare il difficile momento, sia per rendere la Basilicata sempre più attrattiva per gli studenti lucani e per tutti gli altri che provengono da fuori regione. “Continuiamo il cammino di rilancio del nostro Ateneo intrapreso con la rettrice Sole – ha detto il presidente Bardi. Con contributi cospicui la Regione Basilicata ha sempre sostenuto l’Unibas nelle attività di rafforzamento dell’Istruzione e della Ricerca”.
“Ho avuto col presidente Bardi – ha commentato il rettore Mancini – una breve ma intensa chiacchierata sulle peculiarità dell’Ateneo lucano. Abbiamo condiviso l’intento di garantire alla Basilicata un futuro migliore e per raggiungere questo scopo rafforzeremo la concertazione sugli aspetti peculiari verso i quali indirizzare l’impegno dell’Università”.


 

"Una giunta comunale assente nelle problematiche più urgenti"

"La giunta comunale di Potenza è sempre più assente rispetto alla richiesta di risoluzione di problematiche urgenti che riguardano l'intera città." A sostenerlo in una nota I Consiglieri Comunali di Centrosinistra i quali lamentano in particolare uno stallo in particolare per quello che riguarda il tema delle concessioni edilizie. Non solo. I consiglieri segnalanola medesima mancanza di visione amministrativa anche nella gestione della Piscina Comunale: la struttura è stata riaperta il 19 Ottobre scorso, nello stesso momento è pervenuta una legittima e utile richiesta da parte delle associazioni sportive al fine di calmierare i costi di gestione, tenendo conto di introiti inferiori a causa del contingentamento delle presenze (Normative anti-covid). La risposta della giunta comunale è stata quella di voler rendere la struttura utilizzabile soltanto per i corsi liberi, non considerando – affermano i consiglieri - tutto il tessuto dell'associazionismo sportivo della città.”

Piano di Sviluppo Economico e Sociale:binsediato il Gruppo Tecnico Operativo

Accrescere l’occupazione, dare risposte alle imprese per affrontare la nuova fase di competitività, sollecitare iniziative dei grandi player presenti in Basilicata, attrarre nuovi investimenti, adeguare la formazione alle richieste di nuovi profili. Sono stati gli obiettivi della prima riunione di insediamento del Gruppo Tecnico Operativo per la individuazione delle Linee di Azione del Piano di Sviluppo Economico e Sociale della Regione che si è tenuta in videoconferenza, nel Dipartimento Attività Produttive. Alla riunione presieduta dall'assessore regionale Francesco Cupparo, hanno partecipazione di rappresentanti dei grandi player localizzati in Basilicata associazioni imprenditoriali, sindacati. Tra i temi affrontati nella videoconferenza la formazione, i servizi  alle imprese nelle aree industriali, il gap infrastrutturale.
Hanno dato contributi: Vincenzo Damiano (Hitachi), Gianfranco Giorda (Anfia-Fca), Roberto Cimino (Eni), Ivano Astegnano (Ferrero), Davide Bovino (Shell), Barbara Melegrani (Barilla), Costantino Di Carlo (holding alimentare), Angelo Summa (Cgil), Gambardella (Cisl), Tortorelli (Uil), Rocco Di Giuseppe (Confapi Potenza), Sileo (Confindustria), Vito Gaudiano (Confapi Matera).

Emergenza Coronavirus: lettera aperta di Bardi ai giovani lucani

Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera aperta del presidente della Regione Vito Bardi, sull’emergenza Coronavirus, rivolta ai giovani lucani:

“Care ragazze, cari ragazzi
È a voi che mi rivolgo oggi con questa mia lettera aperta. E lo faccio con il tono che ogni buon padre di famiglia usa con i propri figli quando vuole richiamarli ai propri doveri e alle proprie responsabilità.
Viviamo in un tempo molto difficile, per certi versi assolutamente inedito anche per chi, come me, ha attraversato complicati momenti della storia.
Il virus che tutti per brevità chiamiamo Covid-19 si sta diffondendo a macchia d’olio mettendo in serio pericolo ormai non più solo le persone anziane o quelle che già avevano un sistema immunitario debole. Questo virus non guarda in faccia nessuno, non distingue fra poveri e ricchi, fra donne e uomini, fra bambini e adulti, fra medici e operai. Questo virus colpisce tutti, indistintamente. E proprio per questa ragione dobbiamo provare a stare uniti, tutti, senza distinzioni, perché solo facendo squadra possiamo riprenderci la nostra vita.
Dobbiamo comportarci come i giocatori di una squadra di calcio che ce la mettono tutta per vincere una partita, sapendo che esistono regole che vanno rispettate, e sapendo che se le regole non si rispettano si lascia campo aperto alla vittoria dell’avversario.
Quella che stiamo giocando è la partita della nostra vita. Sono certo che nessuno di voi vuole che vinca il virus.
Non è certo colpa vostra se oggi la diffusione del contagio sta colpendo un numero sempre maggiore di persone e non voglio darvi un’ulteriore responsabilità oltre a quelle già numerose che portate sulle vostre spalle.
Ma questa partita dobbiamo vincerla, tutti insieme. Come? Rispettando cinque semplici regole, proprio come fanno i giocatori nel corso di una partita di calcio.
La diffusione del contagio si ferma se tutti indossiamo innanzitutto la mascherina coprendo sempre naso e bocca. E’ fondamentale. Indossare la mascherina non è un segno di debolezza, ma un segno di forza di ciascuno di voi. E se i vostri amici non la indossano è necessario che voi lo convinciate a indossarla per non lasciare campo libero all’avversario.
Fondamentale, inoltre, lavarsi spesso le mani. Il virus non si vede, è subdolo, e dobbiamo sapere che viaggia da una persona all’altra senza che lo sappiamo. Lavarsi le mani per bene è un altro modo per vincere la partita.
Un’altra regola fondamentale è mantenere la distanza di un metro e mezzo con le altre persone che vi stanno intorno. Si tratta di un distanziamento fisico, ma non sociale. Evitate, pertanto, di ammassarvi davanti ai bar o nelle piazze. E’ molto sconveniente.
Se riusciamo a mantenere sotto controllo la diffusione del contagio continueremo a mantenere vive le nostre relazioni sociali indispensabili per il nostro benessere.
Misurarsi la febbre frequentemente è un’altra regola fondamentale. E qualora dovesse superare i 37 gradi e mezzo rimanete a casa e avvisate il vostro medico.
Seguiamo tutti insieme queste poche e semplici regole e vedrete che questa partita la vinceremo e tutti insieme ci riprenderemo le nostre libertà.
Dal canto nostro, come istituzioni, stiamo facendo il massimo sapendo che chiudere le scuole, chiudere le attività economiche, rinchiuderci nuovamente in casa sarebbe assai dannoso per tutti.
Noi non lo vogliamo.
Seguiamo tutti queste regole e vedrete che ce la faremo”.

Covid-19. Balzo di contagi in Campania: 1.760 i nuovi positivi

Balzo in avanti dei contagi in Campania. Sono stati 1.760 i nuovi positivi riscontrati rispetto ai 1.312 del giorno precedente. I tamponi effettuati sono stati 13.878 contro i precedenti 10.205. I morti sono 11, deceduti tra il 17 ed il 20 ottobre ma registrati nella giornata di ieri. Sul totale dei 1.760 positivi, 99 sono sintomatici e 1.661 asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza è ora di 30.484.         Con gli 11 deceduti registrati si sale a un totale di 545. I guariti del giorno sono 106, per un totale di 8.838. Per quanto riguarda il report dei posti letto di terapia intensiva ne sono occupati 85 su 227 mentre per quanto riguarda quelli di degenza 996 su 1.100.



Covid-19. In Puglia 324 nuovi positivi, 123 nella sola provincia di Bari

In Puglia sono stati registrati 324 casi positivi  su 5.300 test per l'infezione da Covid-19. E ci sono 2 decessi, in provincia di Bari, dove si registra anche la maggior parte dei casi positivi: 123. Seguono le province di Foggia e Taranto con 61 casi ciascuna, poi la province Bat (38), Brindisi (26), Lecce (10) e 5 casi di residenti fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 502.331 test e 5.690 sono i pazienti guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.325 e i casi attualmente positivi sono 5.991. i ricoverati sono 480, lo 0,7% in terapia intensiva.

Covid-19. In Basilicata sugli ultimi 1201 tamponi

Novantacinque dei 1.201 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore in Basilicata sono risultati positivi tra i positivi riscontrati - fa sapere la task force regionale - 9 sono residenti in Puglia e lì in isolamento; 1 residente in Campania e lì in isolamento; 5 a Tramutola; 1 residente a Regione Calabria in isolamento a Potenza; 5 a Melfi; 14 a Potenza; 9 ad Accettura; 6 a San Mauro. I lucani "attualmente positivi sono 671", i guariti sono 23. Le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera sono 52, quattro delle quali in terapia intensiva. 

 

Atti osceni e adescamento minori: arrestato 35enne a Rapolla (Pz)

Un uomo di 35 anni è stato arrestato dai Carabinieri, a Rapolla (Pz), con le accuse di adescamento di minorenni, violenza sessuale e atti osceni in luogo pubblico frequentato da minori. Secondo l'accusa, l'uomo , "dopo aver abusato di sostanze alcoliche", si sarebbe reso "protagonista in pochi minuti di tre episodi analoghi".


mercoledì 21 ottobre 2020

Accordo per il rafforzamento della Rete territoriale per difesa e tutela dei bambini

A Potenza è stato siglato l'Accordo di Programma tra Prefettura di Potenza e l'UNICEF Italia per il rafforzamento della Rete territoriale per la difesa e la tutela dei bambini e gli adolescenti. Diverse le azioni promosse: il proseguimento della “Ricerca-Azione sui Minori Stranieri Non Accompagnati. Dati in Provincia di Potenza”; un Monitoraggio sui Flussi migratori; attività di Sensibilizzazione/Formazione sui temi delle migrazioni dei Minori destinato agli Operatori delle Strutture, ai Minori, agli Studenti/Studentesse, ai Docenti, ai Sindaci dei Comuni interessati, oltre ad un Incontro annuale di sensibilizzazione/Formazione per il Personale delle Strutture di Accoglienza.Per il governatore Bardi la firma dell’Accordo di Programma tra Prefettura di Potenza e l'UNICEF Italia per il rafforzamento della Rete territoriale per la difesa e la tutela dei bambini e gli adolescenti è molto importante per la scuola lucana che deve continuare a essere luogo di aggregazione è punto di riferimento delle Istituzioni. “La didattica in presenza – ha osservato Bardi - è importante soprattutto per i più piccoli che hanno bisogno di stare insieme. I nostri giovani hanno vissuto un momento difficile durante il lockdown. Grazie al protocollo che si firma oggi le istituzioni potranno impegnarsi ancora di più per rafforzare la centralità della scuola, da vivere con le dovute precauzioni, per far dimenticare agli studenti quel senso di solitudine vissuto da marzo scorso.” “La firma del protocollo di oggi è quindi un atto di fiducia verso i giovani e la scuola in questa difficile lotta che deve vederci tutti impegnati”.









 



Lecce. Blitz antimafia all'alba: 23 arresti

Blitz all’alba nel Leccese. Ancora una volta, nel mirino degli investigatori ci sono le cosche criminali attive nel Salento. Sono 23 le misure cautelari eseguite dai carabinieri su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. 8 in carcere e 15 ai domiciliari. Sono tutti indagati per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, concorso in duplice tentato omicidio, porto e detenzione abusiva di armi, detenzione e spaccio di droga, estorsione e tentata estorsione.

"La Basilicata non è a rischio coprifuoco"

"La Basilicata non è a rischio coprifuoco. E' una misura che potremmo valutare ma non ora": così il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha risposto ai giornalisti durante una conferenza stampa, in corso a Potenza, sulle misure anticovid. Bardi ha annunciato l'aumento della capacità di esaminare tamponi che - ha spiegato - arriverà fino a tremila al giorno in meno di un mese: "Saranno fatti prima di tutto a personale e ospiti delle residenze per anziani, personale ospedaliero e scolastico". Per quanto riguarda la didattica a distanza, Bardi ha detto che "interlocuzioni sono in corso per le scuole superiori e per differire alcuni orari perché il problema, che ha carattere nazionale, è il trasporto degli studenti".

Covid-19. In Puglia 295 nuovi positivi e tre decessi

Su 5827 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 295 casi positivi: 113 in provincia di Bari, 9 in provincia di Brindisi, 31 nella provincia BAT, 91 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 46 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione. Un caso di provincia di residenza non nota è stato attribuito e riclassificato. Sono stati registrati 3 decessi in provincia di Foggia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 497.031 test. 5.629 sono i pazienti guariti. 5.730 sono i casi attualmente positivi.

Covid-19. Rallenta il numero dei positivi in Campania: 1.312 rispetto ai precedenti 1.593

Rallenta il numero dei positivi in Campania, 1.312 rispetto ai 1.593 precedenti ma in presenza di un calo dei tamponi (10.205 rispetto ai 12.695 precedenti). Dall'ultimo bollettino dell'Unità di crisi regionale si apprende anche che ci sono stati 12 morti tra il 13 ed il 19 ottobre ma registrati solo adesso. I guariti del giorno sono 156. Il totale dei positivi è di 28.724 unità. Il report dei posti letto complessivi indica in 91 quelli di terapia intensiva occupati (su 227 complessivi), in 946 quelli di degenza occupati (su 1.100 complessivi).

Violenza sessuale di gruppo: in carcere altri 4 ventenni

Per aver commesso violenza sessuale di gruppo e casuato lesioni personali aggravate e continuate a due ragazze quindicenni di nazionalità britannica, avvenute nel corso della notte del 7 settembre in Marconia di Pisticci (Mt), il Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Matera ha disposto la custodia cautelare in carcere per altri quattro ventenni. Agli arresti eseguiti questa mattina si è giunti a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera. I quattro arresti oggi si aggiungono a quelli eseguiti lo scorso 11 settembre,  quando erano stati destinatari di analoga misura cautelare gli altri quattro giovani. 

martedì 20 ottobre 2020

Covid-19. In Basilicata diminuiscono i positivi: 33 su 1.115 tamponi analizzati

33 degli ultimi 1.115 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, processati in Basilicata, sono risultati positivi. Lo rende noto la task force regionale per l'emergenza sanitaria. Le positività riscontrate riguardano: 16 residenti in Puglia e lì in isolamento, 2 residenti a Pignola, 2 residenti a Matera, 2 residenti a Melfi, 1 residente a Castelluccio Inferiore, 1 residente a Satriano, 5 residenti a Brienza, 3 residenti a Potenza e 1 residente a Stigliano. Altro dato di rilievo la guarigione di 2 persone: 1 residente a Potenza e 1 a Viggianello.I lucani attualmente positivi sono 610 (595 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 17 positività di residenti e si sottraggono 2 guarigioni di residenti) e di questi 558 si trovano in isolamento domiciliare.




Maltrattamenti in famiglia: a Matera una donna ai domiciliari

La Polizia a Matera ha arrestato in flagranza di reato una donna, straniera cinquantunenne, per maltrattamenti in famiglia aggravati, nei confronti del convivente ottantenne. Gli agenti sono intervenuti nell'abitazione su richiesta dell’uomo: lo hanno trovato per strada, visibilmente spaventato e in lacrime, per sottrarsi alle aggressioni della propria compagna che era ubriaca. Nell'abitazione hanno trovato la donna che ha iniziato ad inveire contro il convivente incurante della presenza dei poliziotti. La donna è stata condotta in Questura e poi sottoposta ai domiciliari in un'abitazione diversa. L’anziano è stato accompagnato al Pronto Soccorso per lo stato di agitazione in cui versava.

Pedicini (M5S): “All’Ue chiediamo regole sul vaccino anticovid”

Per l'europarlamentare del M5S, Piernicola Pedicini “in questi giorni di recrudescenza della pandemia, le notizie sul vaccino ci rassicurano ma bisogna tener presente che anche nella ricerca dell'antidoto al covid possono nascondersi delle insidie. Per questo motivo insieme ad altri parlamentari a personalità del mondo scientifico, Pedicini ha sottoscritto una petizione indirizzata alle autorità europee, per evitare che l'urgenza del momento possa compromettere la sicurezza del vaccino che solo un'accurata indagine sugli effetti collaterali può garantire, e per far si che ci sia una regolamentazione nella sperimentazione e nella diffusione che avverrà in futuro.







Covid-19. In Puglia 321 nuovi positivi su 2.446 test

Su 2446 test per l'infezione da Covid-19 eseguiti nella giornata di ieri in Puglia sono stati registrati 321 casi positivi. Il giorno precedente i casi positivi erano stati 301 a fronte di un numero più alto di tamponi: 4.633. I 321 nuovi casi sono così ripartiti: 165 in provincia di Bari, 24 in provincia di Brindisi, 31 nella provincia BAT, 63 in provincia di Foggia, 20 in provincia di Lecce, 13 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione, 3 provincia residenza non nota. Sono stati registrati 4 decessi: 2 in provincia di Foggia, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Taranto.

Covid-19. Nuovo incremento di positivi in Campania: 1.593

Nuovo incremento dei positivi in Campania con un minor numero di tamponi mentre aumentano i posti letto occupati. Emerge dagli ultimi dati diffusi dall'Unità di crisi regionale. I morti sono 21 ma - specifica il bollettino - riguardano il periodo dal primo al 17 ottobre e sono stati registrati soltanto adesso. Su 12.695 tamponi (14.256 precedenti) ci sono stati 1.593 positivi, di cui 79 sintomatici e 1.514 asintomatici.

Covid-19. In Basilicata sugli ultimi 1.330 tamponi , 80 positivi

Ottanta degli ultimi 1.330 tamponi esaminati in Basilicata nel fine settimana sono risultati positivi, mentre le vittime del coronavirus in regione sono salite a 39. Lo rende noto la task force regionale. Il bollettino giornaliero, inoltre, spiega che "i lucani attualmente positivi sono 595" e 480 persone sono guarite. Sono 52 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 17 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 18 nel reparto di Pneumologia, 3 in Medicina d’Urgenza, 1 nel reparto di Terapia Intensiva; a Matera 13 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.



lunedì 19 ottobre 2020

A Potenza al via “Tutti a scuola in sicurezza con i cuccioli della protezione civile"

Il primo dei cinque incontri del progetto "Tutti a scuola in sicurezza con i cuccioli della protezione civile" si è tenuto nella Scuola dell’Infanzia ‘Santa Maddalena di Canossa’, nel rione di Santa Maria. Uno dei momenti di confronto finalizzati alla corretta informazione dei più piccoli, che sono aiutati a comprendere e vivere in maniera più serena il rispetto delle misure Anticovid. Presenti anche agenti della Polizia di Stato e l’associazione della Polizia di Stato della Protezione civile con il responsabile Giuseppe Di Giuseppe e due cuccioli di labrador. L’incontro tra i bimbi e i cuccioli di cane, microcippati e sotto tutela veterinaria, per garantire al massimo la sicurezza dei giovanissimi alunni, per gli organizzatori contribuisce alla creazione di una reazione che trasforma i timori per un cambiamento in attenzione alla propria e altrui salute”.

Contrasto al gioco d'azzardo: firmato protocollo

Il direttore genrale dell'Asp Basilicata Lorenzo Bochicchio e il presidente dell'associazione di promozione sociale “Famiglie Fuori gioco”, Michele Cusato hanno firmato un protocollo per il contrasto al gioco d’azzardo. Obiettivo dell’intesa è quello di sviluppare e sostenere un lavoro di rete e di integrazione dei servizi pubblici e privati presenti sul territorio, al fine di offrire risposte adeguate ed efficaci alle persone con disturbo da gioco d’azzardo (DGA) e ai loro familiari. Per Bochicchio “è un fenomeno di forte allarme sociale per le conseguenti ripercussioni negative che porta con sé in gruppi di persone ad alta vulnerabilità." Per Cusato "il gioco d'azzardo può sfociare in una vera e propria dipendenza comportamentale con gravi disagi per la persona, e contemporaneamente può generare gravi problemi sociali e finanziari con evidenti ripercussioni in ambito familiare e lavorativo."






Macchia (Cisl): necessario nuovo modello di sviluppo

Per Gennarino Macchia della Cisl Basilicata "l’emergenza sanitaria ha evidenziato la necessità di un nuovo modello di sviluppo, che sia capace di leggere e interpretare questa fase in cui l’attuale sistema fiscale appare ancora più iniquo e sbilanciato." Per Macchia "è indispensabile intervenire per rendere il nuovo modello di sviluppo contemporaneamente uno strumento di redistribuzione ma anche un fattore di innovazione ed equità, capace di accompagnare senza fratture la nostra economia e la nostra società fuori dall’emergenza."



Sostegno ai consumatori: incontro in Regione

Circa 163 mila euro sono a disposizione della Regione Basilicata, attraverso un avviso del Ministero dello Sviluppo economico, "per il sostegno ai consumatori per far fronte, in un'ottica di sussidiarietà e tempestività, all'emergenza sanitaria e alle conseguenze socio-economiche derivanti dall'epidemia da covid-19". Per fare una prima valutazione sulle attività da mettere in campo, l'assessore alle attività produttive della Regione, Francesco Cupparo, ha incontrato i rappresentanti delle associazioni dei consumatori. Tra le attività previste dall'Avviso: assistenza socio-sanitaria, compreso il sostegno psicologico alla popolazione soprattutto adulta e ai minori; potenziamento della disponibilità e dell'impiego degli strumenti di comunicazione digitale; supporto agli sportelli o canali dedicati a favore dei consumatori.



Ultimo DPCM: le nuove regole frutto di dialogo e concertazione

Foto: Adnkronos
E' stato approvato dal Governo il nuovo DPCM, frutto di un dialogo tra Ministri, Regioni, Enti locali e il Comitato Tecnico Scientifico. "I sindaci potranno disporre la chiusura al pubblico dopo le ore 21.00 di vie e piazze in cui si creano assembrame consentendo l’accesso solo a chi deve raggiungere esercizi commerciali o abitazioni private"- ha affermato il premier. Tutte le attività di ristorazione (pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 del mattino a mezzanotte se il consumo avviene ai tavoli, in caso contrario solo fino alle ore 18.00. Le consegne a domicilio sono consentite senza vincolo d’orario mentre l’asporto fino a mezzanotte. Nei ristoranti potranno essere seduti ad un tavolo massimo 6 persone e tutti i ristoratori dovranno affliggere all’esterno dei locali il numero massimo di persone ammesse nel locale in base ai protocolli di sicurezza. Nessuna limitazione d’orario è prevista per la ristorazione negli ospedali, negli aeroporti e lungo le autostrade. Nelle sale gioco, sale scommesse, bingo, l’apertura sarà concessa fino alle ore 21.00. Le attività scolastiche continueranno in presenza. Rimane vietato lo sport da contatto a livello amatoriale; saranno però consentite attività in forma individuale e rimarrà consentita l’attività sportiva a livello professionistico afferente alle varie federazioni. Sono vietate sagre, fiere locali, mentre restano consentite quelle di carattere nazionale e internazionale. Sono sospesi convegni e congressi salvo che si svolgano con modalità a distanza




Mangia funghi raccolti dal marito: rimane intossicata

Una donna di 59 anni di Ostuni (Br) è rimasta intossicata dopo avere mangiato funghi che il marito aveva raccolto nel bosco. La donna si è presentata al pronto soccorso dove è stato subito contattato l'esperto reperibile del Centro di controllo micologico del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Brindisi. Il micologo ha identificato la specie velenosa 'Boletus Satanas', il cosiddetto "porcino malefico" e in collaborazione con il Centro Antiveleni, è stata disposta la terapia corretta. La donna è ora fuori pericolo.





Controlli nel potentino: dieci denunce

Dieci persone sono state denunciate dai Carabinieri durante controlli che hanno interessato diverse aree della provincia di Potenza. e accuse nei loro confronti si riferiscono a violazioni in materia di armi, droga e circolazione stradale. I Carabinieri hanno sequestrato un coltello, un'accetta e 16 grammi di droga. I militari hanno anche ritirato la patente a diversi automobilisti trovati a guidare ubriachi o sotto l'effetto di droga.

Covid-19. In Puglia 301 i nuovi positivi, tre decessi

In Puglia sono 301 i casi di nuovi positivi al Covid-19 sugli ultimi 4.633 test analizzati e tre le persone morte, due nel Barese e una nella Bat. Tra i casi la maggior parte continua ad essere nella provincia di Bari con 154 nuovi positivi; 75 sono in provincia di Foggia,  22 in provincia di Brindisi, 13 in provincia di Taranto. 

Covid-19. In Basilicata analizzati 1140 tamponi, 90 positivi

In Basilicata novanta degli ultimi 1.140 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore in Basilicata sono positivi al covid-19: lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che "i lucani attualmente positivi sono 536". Due persone sono guarite dal coronavirus, mentre sono 40 le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera.

Covid-19. Un'altra vittima in Basilicata: è una 84enne di Moliterno (Pz)

Una donna di 84 anni, di Moliterno, che era ospite della casa di riposo di Marsicovetere è morta nella struttura del "Don Uva" di Potenza dove era ricoverata. E' la nona vittima ospite della casa di riposo diventata focolaio di Covid-19, poi sottoposta a sequestro dalla Procura della Repubblica di Potenza. L'84enne è la 39esima vittima in Basilicata da quando è iniziata l’emergenza sanitaria. Intanto sono in corso accertamenti per capire se la donna avesse già altre patologie pregresse. L’anziana, quando era ospite a Moliterno, condivideva la stanza con una donna di Tramutola, anche lei positiva al virus e deceduta due settimane fa.



sabato 17 ottobre 2020

Estorsione nel Vulture Melfese: in manette 33enne

Dopo aver ottenuto da un commerciante una somma di denaro dietro "minacce ed intimidazioni", un uomo di 33 anni è stato arrestato dalla Polizia, nel Vulture-Melfese. La vicenda andava avanti "da diverso tempo": l'uomo, un "noto pregiudicato", ha costretto il commerciante a dargli il denaro più volte, "nel giro di pochi mesi".

Archivio blog