giovedì 24 ottobre 2019

Decreto di sequestro beni a Castelcivita

Su disposizione della Procura della Repubblica, la Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni, per 330mila euro, a firma del GIP del Tribunale nei confronti di un imprenditore locale, per l’emissione di fatture false ed il commercio di gasolio soggetto ad un regime di tassazione agevolata, destinato ad usi diversi rispetto a quelli riconosciuti ai fini dell’abbattimento dell’imposta. Il provvedimento è stato adottato al termine di una verifica fiscale condotta dai Finanzieri di Eboli presso un deposito di carburante ad uso agricolo con sede operativa a Castelcivita. Dalle indagini è emerso invece che l’imprenditore in questione, tra il 2013 ed il 2017, ha ceduto “in nero” oltre 2 milioni di litri di carburante ad uso agricolo a persone che non possedevano i requisiti per acquistarlo, documentando la vendita con fatture false. 

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog