mercoledì 24 aprile 2019

Summa (Cgil Basilicata): Eni dia delle risposte

Sulla vicenda che ha portato all’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip di Potenza nei confronti di un dirigente dell’Eni all’epoca dei fatti responsabile del Centro Oli di Viggiano interviene il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa, per il quale "oltre alla necessità di ogni tipo di attività di controllo e prevenzione, è il momento che il governo regionale decida cosa fare della risorsa petrolio in Basilicata, decisione che attiene tanto i cittadini quanto i lavoratori del Centro Oli di Viggiano che di fatto restano imprigionati nella logica del ricatto tra occupazione e salute“. “E’ il momento che l’Eni dia delle risposte – afferma ancora – non più solo in termini di spiegazioni tecnico scientifiche ogni qual volta esce fuori un problema di ordine ambientale o sanitario legato all’impianto, ma in termini di investimenti tecnologici. Affinché l’Eni dia delle risposte è necessario che qualcuno ponga delle domande."

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog