martedì 24 ottobre 2017

Guardie mediche: incontro in Regione

La Regione "non ha alcun interesse a recuperare risorse, avendo i bilanci perfettamente in ordine", ma "è stata costretta ad intervenire dopo che la procura della Corte dei Conti ha invitato l'ente a controdedurre, ritenendo non legittime le indennità aggiuntive erogate negli ultimi anni ai medici della continuità assistenziale". E' emerso nel corso di un incontro organizzato nella sala Verrastro per esaminare "il problema delle indennità aggiuntive ritenute illegittime dalla procura della Corte dei Conti" per i medici della continuità assistenziale. Durante la riunione è stato proposto dalla Regione ai legali dei medici della continuità assistenziale "di impugnare il provvedimento, che ha comunque tutti i presupposti di manifesta fondatezza, davanti al giudice del lavoro, per poter usufruire della eventuale sospensione dell'esecutività e trovare nel frattempo una soluzione, a livello di contrattazione nazionale, a un problema che interessa, nella realtà, anche le altre regioni italiane".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog