martedì 12 settembre 2017

Fim Cisl su Consorzio Acm

La situazione nelle aziende dell'indotto Fca riunite nel consorzio Acm è stato il tema al centro a Melfi dell'attivo della Fim Cisl Basilicata. Una realtà importante, quella del consorzio Acm, che riunisce 25 imprese, tra componentistica e logistica, e dà lavoro a circa 2.500 addetti fissi e altri 600 somministrati, ma sul cui futuro aleggiano alcuni interrogativi legati al nuovo ciclo di cassa integrazione e alle indiscrezioni di stampa sul riassetto del gruppo Fca e di alcune importanti realtà industriali dell'indotto come Magneti Marelli. Nel documento conclusivo della riunione i delegati della Fim hanno rimarcato che “in questa fase l'indotto Fca è il vero anello debole del sistema. Per la Fim Cisl “è opportuno un incontro tra sindacati e Acm per stabilire gli interventi e le strategie da mettere in campo per traghettare l'indotto fuori da questo momento negativo sapendo che non bisogna creare panico e un trattamento differente tra gli ultimi e i penultimi."

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog