mercoledì 18 gennaio 2017

“Senza tregua”: operazione della polizia a Potenza

Il metodo usato era quello mafioso, forte anche di un'affiliazione con le cosche calabresi, e l'obiettivo era di impadronirsi, almeno nel breve periodo, dei servizi di vigilanza nei locali notturni di Potenza e dell'hinterland, costringendo i gestori a sostituire i buttafuori in servizio con quelli suggeriti dal "gruppo". Due persone sono state arrestate dalla Squadra mobile del capoluogo lucano, altre due sono ai domiciliari e per una quinta è stato disposto il divieto di dimora, nell'ambito dell'operazione "Senza tregua", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza. I particolari dell'operazione sono stati illustrati stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dal Procuratore della Repubblica, Luigi Gay, dal pm Francesco Basentini e dal dirigente della Squadra Mobile, Carlo Pagano.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog