sabato 18 giugno 2016

Truffa allo stato a Matera

Truffa ai danni dello Stato e autoriciclaggio sono le accuse nei confronti di un imprenditore che è stato segnalato dalla Guardia di Finanza alla Procura della Repubblica di Matera e alla Procura regionale della Corte dei Conti, "in relazione all'ipotesi di danno erariale", per l'uso non legittimo di contributi (circa 300 mila euro). I militari delle fiamme gialle hanno accertato che l'imprenditore, che opera nel settore olivicolo, ha utilizzato i contributi previsti dalla legge 488 del 1992 "per l'installazione di un nuovo insediamento produttivo". Ma il ciclo produttivo non è mai stato avviato.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog