giovedì 30 giugno 2016

Blanca (Fisascat Cisl): salvare i lavori dei centri di prima accoglienza

È corsa contro il tempo per salvare i 56 lavoratori dei centri di prima accoglienza per richiedenti asilo di Potenza, Pignola e San Nicola di Melfi. Alla mezzanotte di oggi, infatti, le tre strutture saranno smantellate, con il trasferimento coatto dei circa 170 ospiti in altri centri, e scatterà il licenziamento degli attuali operatori per effetto della decisione della Prefettura di Potenza di non inserire nel bando di gara la clausola sociale, scelta fortemente criticata dalla Cisl che ieri, dopo l’ennesimo nulla di fatto in Prefettura, ha lanciato un duro ultimatum e chiesto l’intervento di Regione e ministero degli Interni. Per la segretaria della Fisascat Cisl, Aurora Blanca, “a questo punto l’unica soluzione praticabile per evitare i licenziamenti è la proroga della gestione attuale per il tempo necessario ad individuare una soluzione alternativa che salvaguardi le professionalità attualmente impegnate nei tre centri di prima accoglienza”.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog