mercoledì 23 dicembre 2015

Morì a posto di blocco, condanna per carabiniere

La Corte d'Assise d'Appello di Potenza ha condannato per omicidio preterintenzionale a quattro anni e sei mesi di reclusione (e all'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni) il maresciallo dei Carabinieri Giovanni Cunsolo, accusato di essere il responsabile della morte, nel 2011, a Buonabitacolo (Salerno), di Massimo Casalnuovo, di 22 anni, nei pressi di un posto di blocco. Il dispositivo è stato letto oggi, a Potenza. La Procura aveva chiesto una condanna a cinque anni.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog