giovedì 14 maggio 2015

Sappe su aggressione agenti nel carcere di Taranto

Un detenuto italiano 40enne con problemi psichiatrici, recluso nel carcere di Taranto, ha ferito al volto con un pezzo di vetro un operatore sociale scagliandosi contro sette agenti di polizia penitenziaria intervenuti per bloccarlo, tutti rimasti contusi. Lo riferisce Federico Pilagatti, segretario nazionale Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria), secondo il quale "l'aggressione, avvenuta nella tarda mattinata di ieri, avrebbe potuto avere un bilancio assai drammatico".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog