sabato 14 giugno 2014

Aggressione a Rapolla (Pz) per “screzi di lavoro”


Tre operatori ecologici di Rapolla (due sono padre e figlio) sono agli arresti domiciliari con le accuse di danneggiamento aggravato, porto di oggetti atti ad offendere e lesioni personali aggravate dopo aver colpito con alcuni bastoni un'auto, a Barile. Sul mezzo si trovavano un loro collega, la moglie e il figlio della coppia, di otto anni, rimasto terrorizzato. 
Il danneggiamento dell'auto e il ferimento degli occupanti è avvenuto per ''screzi di lavoro'' fra i tre e l'uomo colpito.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog