giovedì 5 novembre 2020

Covid-19. Nel San Carlo un protocollo sperimentale per terapia al plasma

Foto: Wikipedia
Prosegue l’attività messa in campo dalla Direzione Aziendale dell’A.O.R. “San Carlo” per monitorare, contenere e contrastare la emergenza sanitaria. Tra le misure adottate l’utilizzo sperimentale di plasma di donatori guariti COVID-19  nell’ambito di un protocollo siglato con l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Lo studio prende spunto dai risultati incoraggianti sulla metodica venuti fuori recentemente su migliaia di casi in diverse pubblicazioni internazionali, tra le quali si annovera uno studio preliminare prodotto nell’ambito della stessa Azienda e pubblicato a giugno sulla rivista della società mondiale di aferesi.  La sperimentazione che interesserà un numero complessivo nazionale di circa 500 pazienti avrà lo scopo di identificare o verificare gli effetti clinici, immunoterapeutici e altri effetti della procedura ed identificare ogni reazione avversa con l’obiettivo di valutarne sicurezza ed efficacia. Questo, con l’obiettivo di contribuire ulteriormente a contrastare, nell’immediato, la pandemia, in attesa che le prime dosi di vaccino vengano rese disponibili.







Un plauso è stato espresso da vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese di Italia Viva. Dopo le nostre sollecitazioni alla Task force per l’utilizzo del plasma, che oggi sono partite – conclude il vicepresidente Polese -, non ci resta che sperare che lo stesso esito positivo avvenga anche per il completamento dell’ospedale da campo del Qatar

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog