lunedì 23 novembre 2020

Dalla Basilicata aiuti alla popolazione calabrese

Un aiuto concreto anche  della Basilicata alle popolazioni calabresi, che nel fine settimana sono state colpite da eventi di natura alluvionale. Dalla sala operativa del Dipartimento regionale della Protezione Civile è stato disposto l’invio di sei squadre, per un totale di 25 volontari per rischio idrico. “Siamo intervenuti – ha detto il responsabile della sala operativa regionale, Ugo Albano - a supporto del Dipartimento nazionale di Protezione Civile, che ci ha chiesto in piena notte l’invio di squadre di volontari a supporto delle popolazioni calabresi alluvionate. Ci siamo subito adoperati per rintracciare il personale idoneo che potesse raggiungere le sedi emergenziali. Alle 3 della notte fra sabato e domenica è partita una squadra composta da quattro persone del Nov di Pisticci e Marconia, che dopo circa un’ora e mezza ha raggiunto la località di Cirò Marina e si è messa a disposizione per portare supporto alla cittadinanza, svuotare locali e cantine allagati. Nelle ore successive abbiamo attivato l’associazione di Protezione Civile Gruppo Lucano, che ha inviato cinque squadre con attrezzature idonee, per un totale di 21 volontari, operative a Crotone già dalle 17 di domenica e tutt’ora al lavoro per prestare aiuto”. “L’intervento di questo fine settimana delle nostre squadre di soccorso - ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Donatella Merra - dimostra e manifesta la resilienza e le capacità della nostra Protezione Civile regionale, che anche in questo momento di emergenza legato al Covid-19 non si sottrae dal prestare soccorso, attraverso la sua importante rete di volontari che opera nel territorio lucano, alle popolazioni di altre regioni, in forte difficoltà a causa degli eventi alluvionali delle ultime ore”.  

Cigl: "40 anni fa il terremoto che devastò la Basilicata"


“40 anni fa il terremoto che devastò la Basilicata”. Così il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa, il quale ha rimarcato il ruolo del sindacato durante e dopo l’ evento sismico che colpì la Basilicata 40 anni fa, lasciando sui territori un costo enorme: tremila morti, più di ottomila feriti e 300mila senzatetto, intere aree produttive rase al suolo e città e paesi scomparsi.  "Il sindacato - ha aggiunto Summa – si trovò ad affrontare una grande sfida. La ripartenza delle zone terremotate fu affidata a strumenti che, seppur fra le tante farraginosità, scandali e inefficienze, ebbero un impatto positivo duraturo. E Anche la legge 219/1981, creata ad hoc per la ricostruzione delle zone colpite dal sisma, “pur fra le tante distorsioni generate – spiega Summa – ebbe un peso per la ricostruzione. In Basilicata vennero spesi circa 3.700 miliardi di vecchie lire. L'opera di recupero del patrimonio edilizio, sia pure tra ritardi e lentezze e con tempi diversi da provincia a provincia, è stata quasi ultimata sia in Campania che in Basilicata, al netto della soluzione abitativa ancora da dare a circa 350 residenti del Bucaletto a Potenza. Determinante fu il ruolo del sindacato." (nella foto incontro di Luciano Lama con i sindaci dei paesi colpiti dal terremoto del 1980

 

Sisma del 1980, evento on line della Cisl Basilicata

A quarant'anni dal terremoto che colpì con particolare violenza l'Irpinia e la provincia di Potenza, il CRU Unipol e la Cisl Basilicata propongono una riflessione sulla costruzione dei legami immateriali che costituiscono una comunità e sul ruolo del sindacato quale soggetto che contribuisce allo sviluppo territoriale. Il convegno si terrà in videoconferenza. I lavori saranno conclusi dalla segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan. L'evento sarà trasmesso sulle pagine Facebook della Cisl Basilicata e del CRU Unipol. Introduzione affidata a Enrico Gambardella, segretario generale della Cisl Basilicata. 

Sisma '80. Papa Francesco: “Ferite non ancora del tutto rimarginate”

Il Papa all'Angelus ha ricordato il terremoto dell'Irpinia di 40 anni fa. "Desidero inviare un pensiero speciale alle popolazioni della Campania e della Basilicata a quaranta anni dal disastroso terremoto che ebbe il suo epicentro in Irpinia e seminò morte e distruzione", ha detto il Pontefice.  "Quell'evento drammatico le cui ferite anche materiali non sono ancora del tutto rimarginate - ha aggiunto Papa Francesco - ha evidenziato la generosità e la solidarietà degli italiani. Ne sono testimonianza tanti gemellaggi tra paesi terremotati e quelli del nord e del centro i cui legami ancora sussistono queste iniziative hanno favorito il faticoso cammino della ricostruzione e soprattutto la fraternità tra le diverse comunità della Penisola. 

Sisma '80. Mattarella: “Profonda la ferita, immensa la volontà di ripartire”

"Sono trascorsi quarant'anni dall'immane tragedia provocata dal terremoto che devastò l'Irpinia e la Basilicata, colpendo anche parte della Puglia. Quasi tremila persone morirono sotto le macerie delle proprie case, o in conseguenza delle distruzioni di edifici." Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una dichiarazione nell’anniversario del sisma del 1980, che colpì la Basilicata e l'Irpinia. "Nella ricorrenza del più catastrofico evento della storia repubblicana- aggiunge - desidero anzitutto ricordare le vittime, e con esse il dolore inestinguibile dei familiari, ai quali esprimo i miei sentimenti di vicinanza. Anche il senso di comunità che consentì allora di reagire, di affrontare la drammatica emergenza, e quindi di riedificare borghi, paesi, centri abitati, e con essi le reti di comunicazione, le attività produttive, i servizi, le scuole, appartiene alla nostra memoria civile. Profonda è stata la ferita alle popolazioni e ai territori. Immensa la volontà e la forza per ripartire".

Covid-19. In Campania 3.217 i nuovi positivi, ma anche 850

Continua a calare, in Campania, la percentuale positivi-tamponi esaminati. Nelle ultime ore sono 3.217, secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania, le persone contagiate, su 24.332 tamponi esaminati. Resta alto il numero degli asintomatici, 2.976. Ventuno le persone decedute nel periodo 15-21 novembre e 850 i guariti.

Covid-19. In Puglia 1.327 nuovi casi positivi su 6677 test

Su 6677 test per l'infezione da covid-19 sono stati registrati 1.327 casi di nuovi positivi in Puglia: 403 in provincia di Bari, 397 in provincia di Foggia, 197 in provincia di Taranto, 151 in provincia di Lecce,116 nella provincia BAT, e 52 in provincia di Brindisi, 7 residenti fuori regione, 4 casi di residenza non nota. Ci sono stati 32 decessi: 14 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Bari, 3 in provincia di Taranto, 1 in provincia di Brindisi,1 in provincia di Lecce e 2 residenti fuori regione.

Covid-19. In Basilicata esaminati 1.686 tamponi, 279 positivi

Sono 279 i nuovi positivi emersi nelle ultime 24 ore, in Basilicata, dall'esame di 1.686 tamponi: lo ha reso noto la task force regionale, spiegando che si sono registrati altri sei decessi. I lucani "attualmente positivi" sono 4.995, quelli in isolamento domiciliare sono 4.814. Il totale delle vittime del covid-19 in Basilicata è salito a 110, mentre sono mille i guariti. Nei due ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 181 persone. 

Incidente di caccia nel potentino: ferita una donna di 33 aqnni

Una donna di 33 anni a Muro Lucano (Pz) è rimasta gravemente ferita dopo essere stata colpita da una fucilata. A sparare ieri pomeriggio un suo familiare di 60 anni, pensando in lontananza si trattasse di un cinghiale. La donna, colpita all’altezza dell’addome, non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente è avvenuto nei pressi di località Ponte Giacoia, dove vive l’uomo, non lontano dalla sua abitazione. Accortosi di quanto accaduto, è stato lui stesso a chiamare i soccorsi. Immediato l’intervento dei sanitari del 118 Basilicata, che hanno trasferito d’urgenza la ragazza all’ospedale “San Carlo” di Potenza. Sul posto immediato anche l'intervento dei carabinieri per valutare la posizione dell’uomo ed effettuare tutti i rilievi del caso per risalire all’esatta dinamica dell’accaduto. I militari dell’Arma hanno accertato per il momento il fatto che la giovane è stata ferita accidentalmente dall’uomo e non volontariamente.

sabato 21 novembre 2020

AssoRadio: “Si faccia marcia indietro sulla suddivisione dei fondi”


Nei primi mesi del 2020 il Mise ha istituito un Fondo di Emergenza Covid-19 di 50 milioni di Euro che andava diviso fra tutte le radio e tv locali, che avevano sofferto nel 2020 di un calo di fatturato, a seguito della chiusura degli esercizi commerciali disposta dal Governo per prevenire l’ondata pandemica. Invece, il Fondo di Emergenza è stato “agganciato” alla graduatoria del 2019, anno in cui non c’era ancora nessuna pandemia escludendo di fatto oltre 400 fra radio e tv locali. Assoradio, l’associazione delle Radio Italiane unite di cui fanno parte le emittenti del Gruppo Emmedue, aggiunge che sulla questione è intervenuta anche l’Autorità Garante per la concorrenza ed il Mercato, a Maggio 2020, che ha individuato elementi di criticità nelle modalità di ripartizione. Come andrà a finire ? Che molti soldi andranno nelle tasche di pochissimi imprenditori. Una stazione lombarda (che si sente fra l’altro a Milano ma non in tutta la Regione) forse prenderà più di tre-quattro milioni di euro. Un’altra stazione pugliese, più o meno altrettanto. Un modo corretto di amministrare il denaro pubblico? Perché quei soldi questo sono: denaro pubblico. Non sono (non ancora) soldi del Recovery Fund.” “Ci auguriamo – conclude Assoradio -  che qualcuno faccia marcia indietro, e divida equamente fra tutte le emittenti (che sono regolarmente concessionarie dello Stato) quel denaro pubblico che proviene dalle tasche di tutti i cittadini.”

Covid-19. In Campania 4.226 nuovi contagi e 25 decessi

In Campania sono stati registrati 4.226 nuovi contagi, di cui 3.633 asintomatici e 593 sintomatici, su 27.649 tamponi effettuati. L'Unità di Crisi, ha fatto sapere che ad oggi sono 129.502 positivi su 1.383.104 casi analizzati. Altro dato registrato 25  nuovi decessi sui 1.217 totali e, solo nell'ultimo bollettino sono state segnalate 1395 le guarigioni sulle 29.293 complessive.


Covid-19. In Basilicata 232 contagi su 2.087 tamponi

In Basilicata si sono registrati altri tre decessi per covid-19, ma anche un calo dei contagi. Secondo quanto reso noto dalla task force regionale, il numero delle vittime lucane è quindi salito a 104. Sono stati 2.087 gli ultimi tamponi analizzati: 232 sono risultati positivi, di questi 218 riguardano persone residenti in regione. Il giorno prima, invece, su 2.147 test i positivi erano stati 290. Attualmente i positivi al virus sono 4.772 dei quali 4.591 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 181 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 39 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 15 in Terapia intensiva, 25 in Pneumologia e 17 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 61 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva e 12 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.


.

Possesso di droga: due arresti a Matera

Trovati in possesso di circa mezzo chilo di eroina, a Matera, due uomini, uno di 49 e 35 anni, sono stati arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri. I due uomini - che erano a bordo di un'autovettura - sono stati fermati lungo una strada di collegamento con Bari dopo un breve inseguimento, durante il quale uno dei ha lanciato dal finestrino un pacchetto in cui vi era la droga.


venerdì 20 novembre 2020

Potenza. Istituiti numeri telefonici per famiglie in quarantena o con pazienti Covid

A seguito della recrudescenza della Epidemia Covid-19 e della nuova fase emergenziale che si sta affrontando, l'Amministrazione comunale di Potenza ha riattivato le attività di assistenza alla popolazione, coordinate dalla Protezione civile comunale, in seno alle attività del C.O.C. (Centro Operativo Comunale). Attivata la linea telefonica 3386201433, alla quale risponderanno i volontari della Protezione civile comunale; previsto anche un numero di rete fissa 0971415128 che farà riferimento ai servizi assistenziali dell’assessorato alle Politiche sociali. Il servizio sarà attivo dalle ore 8.30 alle ore 13.30 dal lunedì al venerdì e dalle ore 16 alle ore 18  il martedì e il giovedì. I servizi sono previsti per le famiglie poste in quarantena o con pazienti affetti dal virus Covid-19 e riguardano la possibilità di richiedere il ritiro dei medicinali nelle farmacie cittadine e quello della spesa nei punti vendita. I pagamenti alle farmacie o ai supermercati, dovranno essere soddisfatti direttamente dai richiedenti. Per il ritiro dei rifiuti solidi urbani-covid i cittadini interessati dovranno inviare richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: protezionecivile@comune.potenza.it. La Protezione civile comunale provvederà a comunicare via Pec, le richieste  all’A.C.T.A. Spa, incaricata del ritiro con personale specializzato. 

Sala scommesse in funzione: scatta la sanzione con la chiusura

Nel corso di mirati servizi di controllo finalizzati alla verifica dell’osservanza delle prescrizioni anti-Covid-19 disposti dal Questore di Matera Luigi Liguori, la polizia ha eseguito un intervento in una sala scommesse della città. In funzione nonostante le prescrizioni: ulteriori verifiche hanno consentito di appurare che l’attività di scommesse veniva esercita da diversi giorni con lo stratagemma delle ricariche online eseguite dal dipendente del centro scommesse: in un secondo momento i clienti si recavano sul posto, per pagare il dovuto e poi uscire. Immediata la sanzione di oltre 400 euro. Disposta la chiusura dell’attività per cinque giorni.

“Fallimentare la gestione della pandemia in Basilicata”

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, "prenda atto della fallimentare gestione della pandemia e della sanità lucana" che fa registrare i numeri dei contagi ormai fuori controllo", e soprattutto "si prenda atto di quanto sta accadendo e senza semplificazioni e ulteriori sottovalutazioni". Così, in una nota congiunta, Cigl, Cisl e Uil, che hanno chiesto al governatore lucano "un commissariamento per la gestione della pandemia in Basilicata. Per i segretari Angelo Summa, Enrico Gambardella e Vincenzo Tortorelli, i quali hanno annunciato "la consegna di un documento di proposte sulla sanità lucana e sulla gestione dell'emergenza al presidente della Regione Basilicata, lanciando una mobilitazione per martedì 1 dicembre prossimo" non c'è più tempo da perdere. 

Covid-19. Scende il numero dei positivi al virus in Campania: gli ultimi sono 3.334

Cala il numero dei positivi in Campania. Secondo l'ultimo bollettino dell'Unità di crisi della Regione sono 3334 rispetto ai 3.657 del giorno precedente. Gli asintomatici sono 3.127, i sintomatici 207. Gli ultimi tamponi analizzati 23.496 contro i precedenti 23.479. Il totale dei positivi è ora di 125.276 su un complessivo di 1.355.455 tamponi.


Covid-19. In Puglia 1.263 nuovi positivi sugli ultimi 9.386

In Puglia sono stati analizzati 9.386 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 1.263 nuovi casi positivi: tra i quali 555 in provincia di Bari, 72 in provincia di Brindisi, 189 nella provincia BAT, 154 in provincia di Foggia, 187 in provincia di Taranto. Sono stati inoltre registrati 28 decessi: 5 in provincia di Bari, 10 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto. 28.500 sono i casi attualmente positivi.

Covid-19. In Basilicata analizzati 2.147 tamponi: 290 positivi

Su 2.147 tamponi processati ieri in Basilicata 290 sono risultati positivi al covid-19: di questi 270 riguardano residenti in regione e così il totale dei lucani attualmente positivi in 24 ore è salito da a 4.335 a 4.592. La task force regionale ha anche segnalato due decessi: dall'inizio dell'epidemia le vittime in Basilicata sono state 101. 175 invece le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: tra loro 29 in terapia intensiva. 


giovedì 19 novembre 2020

Emergenza sanitaria: nota dei consiglieri di centrosinistra

Foto: La Gazzetta del Mezzogiorno
"Nelle scorse settimane avevamo sinceramente sperato che le dichiarazioni del Presidente Bardi  e dell'Assessore Regionale alle infrastrutture Merra, rispetto al potenziamento delle strutture sanitarie regionali e dell'immediata fruibilità dei cosiddetti Ospedali da campo Covid donati ad Aprile dal Qatar alla nostra regione, potessero trovare riscontro nella realtà." Così i consiglieri del centro sinistra al comune di Potenza  Roberto Falotico, Francesco Flore, Angela Fuggetta, Rocco Pergola, Pierluigi Smaldone e Vincenzo Telesca, i quali in una nota chiedono al Presidente Bardi e a tutta la giunta regionale di prendere atto del fatto che le strutture sanitarie regionali sono allo stremo e di attivare ogni canale Istituzionale possibile per portare in Basilicata strutture d'intervento immediato per fronteggiare l'onda d'urto che ha saturato oramai la capacità di resistenza (e accoglienza) degli ospedali lucani.

Strumenti informatici per persone con disabilità: approvata graduatoria

Acquisto di strumenti informatici a favore delle persone con disabilità. La Giunta regionale della Basilicata ha approvato la graduatoria dei beneficiari per il 2020. I contributi ammontano in totale a 28.744 euro. Lo rende noto l’assessore all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, che ha proposto il provvedimento. E’ previsto un contributo pari al 50 per cento della spesa effettivamente sostenuta fino a un massimo di 600 euro. 

Abbandonano sacchetti di rifiuti: tre multe a Matera

Sono stati sanzionati con una multa di 166 euro ciascuno tre cittadini di Matera che avevano abbandonato in strada, nel quartiere Spine Bianche, alcuni sacchetti di rifiuti, nonostante da oltre un mese sia partita in città la raccolta differenziata porta a porta. La Polizia Municipale, che impiega anche foto-trappole per individuare i casi di abusivismo e maleducazione, è risalita alle persone che avevano abbandonato i rifiuti dopo aver trovato tracce della loro identità all'interno dei sacchetti lasciati in strada, nelle aree dove un tempo c'erano i cassonetti.

A Policoro (Mt) 46 positivi: chiusa sede Municipio

A Policoro (Mt) sono 46 (di cui quattro non residenti) le persone positive al covid-19: lo ha reso noto il sindaco, Enrico Mascia, il quale ha invitato tutti "i cittadini a mantenere comportamenti responsabili, rispettosi delle disposizioni di legge e sanitarie". Con un'ordinanza firmata dal sindaco, ieri la sede del Municipio è rimasta chiusa "a seguito di accertata positività di un dipendente comunale, comunicata dagli organi sanitari al sindaco nella tarda serata di ieri. 

 

Mafia e politica: arrestato il presidente del Consiglio regionale della Calabria

Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Domenico Tallini, di 68 anni, di Forza Italia, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. L'indagine che ha portato all'arresto di Tallini riguarda i suoi presunti rapporti con la cosca Grande Aracri della 'ndrangheta.  Secondo l'accusa, i rapporti di Domenico Tallini con la cosca Grande Aracri avrebbero riguardato la costituzione di una società, con base a Catanzaro, finalizzata alla distribuzione all'ingrosso di prodotti medicinali mediante una rete di punti vendita costituiti da farmacie e parafarmacie (20 in Calabria, due in Puglia e una in Emilia Romagna).

Covid-19. In Campania 3.657 i nuovi positivi, 430 sintomatici

Sono 3.657, di cui 430 sintomatici, i nuovi positivi al Covid in Campania su 23.479 tamponi eseguiti: la percentuale dei contagi sui test scende al 15,5 per cento, in calo rispetto agli ultimi due giorni (16,2 e 18,6). 75 le nuove vittime censite: il dato dell'Unità di crisi si riferisce a decessi avvenuti nell'arco delle ultime due settimane. Il totale dei decessi sale così a 1.160. I nuovi guariti sono 1.169.

Covid-19. In Puglia 1.368 nuovi positivi e 28 decessi

Foto: Ansa.it
Su 10.265 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati 1.368 nuovi casi positivi in Puglia: 612 in provincia di Bari, 145 in provincia di Brindisi, 158 nella provincia BAT, 228 in provincia di Foggia, 97 in provincia di Lecce, 117 in provincia di Taranto, 8 residenti fuori regione, 3 provincia di residenza non nota. I decessi sono stati 28: tra i quali  sette in provincia di Bari, 14 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce.


Covid-19. In Basilicata sugli ultimi 2.061 tamponi, 272 i positivi

Sono stati 2.061 gli ultimi tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19 analizzati in Basilicata:  272 sono risultati positivi, 236 i residenti in Basilicata. Lo rende noto la task force. Altro dato di rilevo la guarigione di 45 persone. Inoltre, dal 15 novembre al 17 novembre sono stati registrati 14 decessi. I lucani attualmente positivi sono 4.335 dei quali 4.163 si trovano in isolamento domiciliare, mentre sono 172 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane tra le quali 16 in terapia intensiva a Potenza, 12 in Terapia intensiva al Madonna delle Grazie’.

mercoledì 18 novembre 2020

Covid-19. Il presidente Bardi scrive ai prefetti di Potenza e Matera

Il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi ha scritto una lettera ai prefetti di Potenza e Matera, Annunziato Vardè e Rinaldo Argentieri, per sollecitare maggiori controlli in merito alle misure previste dalle recenti disposizioni governative e regionali per contrastare l’emergenza sanitaria in atto.  I prefetti sono impegnati in queste ore nel coordinamento delle Forze dell’ordine per assicurare il rigoroso rispetto dell’ordinanza del ministro della Salute, che ha collocato la Basilicata nella “zona arancione”, e del conseguente provvedimento emanato dallo stesso presidente della Regione con una propria ordinanza. E in particolare sono impegnati per vigilare “sulle limitazioni agli spostamenti dal territorio regionale e in Comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione”.  Nel sottolineare “la delicatezza del momento e le difficoltà derivanti dall’emergenza sanitaria in atto, che chiede a tutti un impegno gravoso”, Bardi ha espresso esprime “il più alto senso di gratitudine per l’impegno e la sensibilità istituzionale sempre mostrato dai prefetti”. 

Vaccino antinfluenzale, Leone: “Ordinato il doppio delle dosi dell’anno scorso”

"Quest'anno abbiamo ordinato 145 mila dosi di vaccino antinfluenzale, mentre l'anno scorso ne avevamo ordinate 71 mila e a effettuare il vaccino era stato il 17,6% della popolazione,  contro una media nazionale del 16%". Lo ha detto, l'assessore  alla Salute della Regione Basilicata, Rocco Leone. "Ad oggi - ha continuato Leone - abbiamo ricevuto e distribuito 74 mila dosi di vaccino e presto ne arriveranno altre 71 mila di cui una parte già nei prossimi giorni, quelli recuperati attraverso la Regione Puglia, e un'altra parte nelle prossime settimane."

“Necessarie misure straordinarie semplificate”

Per la Fp Cgil gli ultimi dati  mostrano un numero in preoccupante crescita di positivi al covid-19 in Basilicata che richiedono assistenza ospedaliera, ma, per il sindacato, è l’emersione, in unità operative chiave, di numerose positività tra operatori sanitari del comparto e della dirigenza, a mettere ancor più sotto pressione tutti i presidi sanitari dell’azienda ospedaliera regionale. Infatti - aggiunge il sindacato in una nota -  è stata accertata la positività di 11 professionisti del nosocomio potentino (8 delle sale operatorie, 2 dell’ematologia e 1 della cardiologia) e nei giorni scorsi sono state altre decine i sanitari contagiati, anche nei presidi territoriali, come i 2 casi registrati al pronto soccorso di Lagonegro (Pz) e i diversi casi emersi tra gli ospedali di Melfi (Pz) e Villa D’Agri (Pz). Per la Fp Cgil la situazione, sta portando al collasso il sistema, pertanto "deve essere fatto ogni sforzo per il reperimento immediato e l’assunzione straordinaria di personale a tempo determinato per sostituire gli operatori in malattia e infortunio evitando così l’implosione del servizio sanitario regionale sotto l’onda d’urto della pandemia."


"In Basilicata impatto significativo del covid sull’economia"

Il Covid "ha avuto un impatto significativo" sull'economia della Basilicata, che nei mesi precedenti "era risultata in lieve flessione": alcuni "segnali di un parziale recupero sono emersi nei mesi estivi, ma rimangono condizionati dall'evoluzione dell'emergenza sanitaria. Emerge dal rapporto di Bankitalia sull'economia regionale della Basilicata, presentato ieri in videoconferenza. Per Bankitalia "le ricadute si sono dispiegate nei primi nove mesi su tutti i principali settori produttivi", con il credito che ha "nel complesso accelerato rispetto alla fine dello scorso anno, sostenuto soprattutto dalle misure straordinarie del governo e dall'accresciuto fabbisogno di liquidità derivante dalla sospensione delle attività." 

Violenza e resistenza a p.u.: due arresti a Potenza

Con le accuse di resistenza, minaccia, violenza, ingiuria e danneggiamento aggravato di beni pubblici, a Potenza, nei pressi di viale dell'Unicef, due uomini di origini marocchine sono stati arrestati dalla Polizia che era intervenuta per interrompere una rissa. Almeno altre due persone che stavano partecipando alla rissa sono riuscite a scappare.

Covid-19. Aumenta in Puglia la pressione sugli ospedali

Aumenta la pressione sugli ospedali, rispetto a lunedì, ieri si sono registrati 20 ricoveri in più in Puglia che hanno fatto lievitare il numero degli ospedalizzati a 1.497. La risposta della Regione è nella creazione di un nuovo ospedale Covid, quello di Putignano che proprio oggi è stato riconvertito e sono stati attivati i primi 31 posti letto, in attesa che sia pronto l'ospedale da campo a Barletta dove sono iniziati i lavori di allestimento. I pazienti attualmente positivi sono 26.607. "I medici e gli infermieri sono allo stremo"- ha lanciato l'allarme l'assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco. Parole confermate da Nicola Gaballo, referente del sindacato Fimmg Puglia, settore "Emergenza Urgenza", che oggi ha chiesto che la Puglia diventi zona rossa: "Il sistema del 118 in Puglia è già oggi al collasso.

Covid-19. In Campania 3019 nuovi positivi

In Campania a fronte di un calo di tamponi, sono calati anche i positivi. Nelle ultime 24 ore, secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania sono 3019 le persone contagiate (ieri ne erano 4079) su 16178 tamponi esaminati (il giorno precedente ne erano 25110). 2.604 sono gli asintomatici tra i positivi registrati. Diciannove i decessi,  mentre aumentano di netto i guariti 1.788.

Covid-19. In Puglia sugli ultimi 6.228 test, 1.234 sono risultati positivi

In Puglia su 6.228 test per l'infezione da covid-19 sono stati registrati 1.234 casi positivi: 495 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 124 nella provincia BAT, 182 in provincia di Foggia, 94 in provincia di Lecce, 245 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Sono stati registrati 36 decessi: 8 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 16 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. I pazienti attualmente positivi sono 26.607. 

Covid-19. In Basilicata su 2.371 tamponi processati, 295 positivi

In Basilicata (zona arancione e con tutte le scuole da oggi e fino al 3 dicembre in Dad) continuano ad aumentare i contagi da covid-19. Sono stati 2.371 gli ultimi tamponi analizzati: ne sono risultati positivi 295, tra i quali 266 residenti in regione, il cui totale ha così raggiunto quota 4.157 a fronte dei 3.906 dell'aggiornamento di 24 ore prima. Nelle stesse giornate risultano guarite 15 persone. Sono 180 invece le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, 30 nelle terapie intensive. 


Maltrattamenti in famiglia: arrestato 49enne di Pietragalla (Pz)

Con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, a Pietragalla (Pz), un uomo di 49 anni è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri. E' stato fermato dai militari dell'Arma che su segnalazione al 112, sono intervenuti nell'abitazione. Il 49enne alla presenza delle due figlie minorenni, per motivi banali, stava inveendo contro la moglie. Prima dell'intervento degli agenti, il 49enne aveva distrutto diversi oggetti e suppellettili della casa. A conclusione  delle indagini, i Carabinieri hanno arrestato il 49enne, che è stato associato alla Casa Circondariale di Potenza.

martedì 17 novembre 2020

Braccianti sfruttati nel materano: dieci denunce

Accusate di intermediazione illecita di manodopera da sfruttare nei campi di Montalbano Jonico e Scanzano Jonico (Mt), dieci persone, residenti in Puglia, sono state denunciate dai Carabinieri nell'ambito di indagini contro il caporalato coordinate dalla Procura della Repubblica della Città dei Sassi. Le indagini riguardano un periodo compreso tra il 2014 e il 2016.

A Potenza no a soste e assembramenti su gradinate e nei vicoli del centro storico

Il Sindaco di Potenza, Mario Guarente, con un'ordinanza ha disposto, per tutto il periodo  in cui vige lo  stato di emergenza da Covid 19, il divieto di sostare  e di creare  assembramenti in tutti i vicoli e le gradinate del centro storico della città. Restano dal divieto le file che si creano, sempre con il dovuto rispetto del distanziamento e dell'uso delle mascherine, in attesa del proprio turno per accedere  alle attività commerciali di vario genere e di quelle che funzionano per l'attività di asporto, ivi presenti. Resta consentito il transito pedonale e dei veicoli autorizzati nei siti ove ciò sia possibile.

Capitale italiana della cultura 2022: Bari e Taranto tra le dieci finaliste

Bari con la tradizione Nicolaiana e Taranto, con i comuni della grecìa salentina sono tra le dieci città finaliste per il riconoscimento di 'Capitale italiana della cultura' assegnato dal ministero per i Beni e le attività culturali per l'anno 2022. "Questa notizia ci proietta nel futuro - afferma il sindaco di Bari Antonio Decaro - in questi mesi bui in cui siamo stati costretti a tante rinunce, a partire dai grandi eventi culturali, in cui abbiamo dovuto richiudere le porte di teatri appena riaperti e annullare appuntamenti importanti con la tradizione e la cultura della nostra città, questa comunicazione ci aiuta a traguardare l'orizzonte che oggi è purtroppo segnato dall'angoscia della pandemia."

Merra: "Fondi per ristoro perdite aziende Tpl"

In arrivo fondi per il ristoro delle perdite economiche delle società di trasporto durante il lockdown.  Lo prevede una delibera della giunta lucana, con la quale è stato approvato il piano per “il riparto e l’assegnazione alle aziende esercenti servizi di trasporto pubblico locale e regionale, delle somme per compensare la riduzione dei ricavi tariffari relativi ai passeggeri nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 3 maggio 2020”. “Il decreto Rilancio – ha detto l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra - ha messo le Regioni nella condizione di poter effettuare un primo riparto quale anticipazione per la compensazione dei mancati ricavi delle aziende per il periodo tra il 23 febbraio e il 3 maggio scorsi.

 


Rsa: 232 ispezioni in tutta Italia: riscontrate violazioni

Foto: Assistenza Famiglia 
Nell'ultima settimana, d'intesa con il Ministero della Salute, i carabinieri del Nas hanno realizzato 232 ispezioni presso strutture sanitarie e socio-assistenziali, quali Residenze Sanitarie Assistite e di lungodegenza, case di riposo, comunità alloggio, per accertare la regolare attuazione delle misure di contenimento e prevenzione alla diffusione epidemica e individuare eventuali situazioni di insufficiente erogazione di servizi assistenziali e di mancato possesso dei titoli abilitativi professionali da parte degli operatori, propedeutici a episodi di omessa custodia e maltrattamento. In 37 strutture sono state riscontrate irregolarità, contestando, complessivamente, 59 violazioni, di cui 9 penali e 43 amministrative; sono state deferite all'autorità giudiziaria 11 persone e segnalate ulteriori 42.

Covid-19. In Campania sale ancora ancora il numero dei contagi

Sono 4.079 - 3643 asintomatici - le persone risultate positive al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 25.110 tamponi esaminati. E' quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania.                                                    37 le persone decedute in 3 giorni, da 13 al 15 novembre e 785 i guariti. 

Covid-19. In Puglia 1.044 nuovi positivi e 36 vittime

Sono 1.044 i nuovi casi di positivi al covid-19 registrati sugli ultimi 4.425 test, mentre sale ancora il numero dei morti, con 36 vittime. In provincia di Foggia ci sono stati 426 nuovi contagi, 267 nel Barese, 127 in provincia di Taranto, 110 nella provincia BAT, 71 in provincia di Lecce, 50 in provincia di Brindisi, 3 residenti fuori regione. 10 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e riattribuiti. Diciannove delle vittime risiedevano in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.

 

Covid-19. In Basilicata 326 nuovi positivi sugli ultimi 2.368 tamponi analizzati

Nell’ultimo fine settimana sono stati processati 2.368 tamponi per la ricerca di contagio da covid-19, di cui 326 (281  i residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nelle stesse giornate si è registrata la guarigione di 39 persone. Sono 7 invece le persone decedute: 2 di Potenza, 1 di Lavello, 1 di Brienza, 1 di Marsico Nuovo, 1 di Ferrandina, 1 di Matera. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.906  (3.670 all’ultimo aggiornamento a cui si aggiungono 281 positività di residenti e si sottraggono 38 guarigioni di residenti e 7 decessi) e di questi 3.739 si trovano in isolamento domiciliare. 167 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane, 27 in terapia intensiva.

lunedì 16 novembre 2020

Sisma 1980 in Campania e Basilicata: sono passati 40 anni

Paesi bellissimi e suggestivi rasi al suolo, una tragedia umana enorme segnata da quasi tremila morti, più di ottomila feriti e 300mila senzatetto: sono passati 40 anni da quel terribile terremoto di magnitudo 6.9 che alle 19.34 del 23 novembre 1980 colpì la Campania e la Basilicata. Simbolo di quella tragedia resta il crollo della Chiesa Madre di Balvano (Potenza) che seppellì 66 persone, per la maggior parte bambini.   Oggi in quei territori la ricostruzione è quasi completata, ma la ricorrenza del 40/o anniversario restituisce ricordi drammatici.

Incidente sabato ad Avigliano Scalo (Pz): sul posto i vigili del fuoco

Intervento dei vigili del fuoco del Comando Provinciale di Potenza, sabato nel primo pomeriggio ad Avigliano Scalo (Pz) ex c.da Macchia Maligna per soccorso persona.  L'uomo  su un mezzo d'opera ha perso il controllo andando a scontrarsi su un muretto di fianco alla strada: sbalzato fuori ha sbattuto il capo sull'asfalto ed il mezzo ha finito la sua corsa contro una siepe.  I Vigili del fuoco, hanno provveduto alla messa in sicurezza del mezzo, mentre l'uomo stabilizzato da personale sanitario è stato trasportato in eliambulanza presso l'ospedale San Carlo di Potenza. Sul posto anche Carabinieri e Polizia Locale.

Maxi operazione polizia - CC a Foggia

Maxi operazione antimafia a Foggia. Centinaia di agenti della Polizia di Stato e di militari dell'Arma dei Carabinieri stanno eseguendo una misura cautelare emessa nei confronti di decine di soggetti affiliati e contigui all'organizzazione criminale di matrice mafiosa nota come società foggiana. E' la continuazione di una precedente operazione contro la criminalità mafiosa foggiana del 2018, denominata "Decima Azione". Tra gli arrestati ci sono anche due capo clan, i foggiani Federico Trisciuoglio e Pasquale Moretti. Federico Trisciuoglio è ritenuto capo storico della malavita foggiana ed era già detenuto ai domiciliari mentre Pasquale Moretti era tornato in libertà da pochi mesi ed è il figlio di Rocco Moretti, al vertice dell'omonimo clan.

Covid-19. In Campania 3.771 nuovi contagi

Sono stati registrati ancora 3.771 in Campania, di cui 3.214 asintomatici e 557 sintomatici, su 24.948 tamponi effettuati. In Campania, ad oggi, risultano 111.187 contagi su 1.267.192 tamponi. Intanto, dal 30 ottobre al 14 novembre, 35 i decessi registrati sui 1.029 casi totali e ieri 725 i guariti sui 21.901 complessivi.

Covid-19. In Puglia 905 positivi, 12 morti

Nelle ultime ore in Puglia su 6.070 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus sono stati registrati 905 casi positivi: 201 in provincia di Bari, 102 in provincia di Brindisi, 217 nella provincia BAT, 121 in provincia di Foggia, 123 in provincia di Lecce, 124 in provincia di Taranto, 9 casi di residenti fuori regione, 8 casi di provincia di residenza non nota. I decessi sono stati 12: 5 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto.

Archivio blog