sabato 31 agosto 2019

Nocera Inferiore (Sa): non ce l’ha fatta Raffaele Manna

Non ce l’ha fatta Raffaele Manna: ricoverato presso l'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore (Sa) il 32enne, noto personal trainer, era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Nocera Inferiore, il 14 agosto, a bordo del suo T-max, sulla Statale 18. Un’auto che arrivava dalla direzione opposta lo ha travolto per cause da accertare: il 19enne di Sarno (Sa) che era alla guida della vettura, ora è accusato di omicidio colposo. Con un piede amputato e varie fratture agli arti inferiori ed al bacino, Manna era stato sottoposto a molteplici interventi chirurgici, nel tentativo di salvargli la vita.

Messa in sicurezza scuole, strade, territorio: istanze entro il 15/09

Gli Enti locali hanno tempo fino al 15 settembre 2019 per inviare al Ministero dell'Interno le richieste di contributi per il 2020, per una o più' opere pubbliche, per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio. L’assessore alle infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra, attraverso una comunicazione sollecita i Sindaci lucani a porre in essere le valutazioni per accedere alle procedure per l'utilizzo dei fondi che ammontano per il 2020 a 400meuro. Tali risorse sono destinate alla messa in sicurezza: del territorio a rischio idrogeologico, di strade ponti e viadotti e degli edifici. Prevista la precedenza per i plessi scolastici e per le altre strutture di proprietà dell'Ente. Ciascun Comune può fare richiesta di contributo per una o più' opere pubbliche.

Giustizia: dal 9/09 a Bari unica sede

A partire dal prossimo 9 settembre la giustizia penale barese sarà nuovamente riunita in un'unica sede, anche se provvisoria, nell'ex Torre Telecom di via Dioguardi al quartiere Poggiofranco di Bari. Il trasloco degli uffici, il terzo in poco più di un anno, è stato completato e anche i lavori di realizzazione delle aule per le udienze sono terminati. La prima udienza nelle nuove aule, già arredate, sarà celebrata il 9 settembre, fino ad allora per le direttissime si continuerà ad utilizzare la struttura ormai vuota dell'ex sezione distaccata del Tribunale di Modugno. Sono passati 464 giorni dall'inizio dell'emergenza per l'edilizia giudiziaria barese, quando il 23 maggio 2018 fu dichiara la inagibilità per rischio crollo del Palagiustizia di via Nazariantz, poi sgomberato a fine anno, con le udienze celebrate per alcune settimane in una tendopoli e gli uffici divisi fino ad oggi in otto diverse sedi.

Lavoro nero: imprenditori denunciati

Servizi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, contrasto alle varie forme di “lavoro nero” e sfruttamento della manodopera nel Potentino. A Venosa, i Carabinieri della locale Stazione e i funzionari hanno accertato che un 59enne, di origini campane, in qualità di datore di lavoro, titolare di un distributore di carburanti, ha impiegato tre extracomunitari mai inviati alla prevista visita medica, omettendo anche la loro formazione in materia di salute e sicurezza, impiegandoli con orari di lavoro prolungati e retribuzioni inferiori ai minimi salariali, approfittando del loro stato di bisogno. Per l’imprenditore disposte quattro prescrizioni penali in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, e sanzioni per oltre 19mila euro.

Lavoro nero a Montescaglioso (Mt): multa da 45mila euro

Il titolare di un'azienda agricola di Montescaglioso (Mt) è stato denunciato in stato di libertà alla magistratura dai Carabinieri per aver impiegato due operai "in nero". L'imprenditore è stato anche multato per 45 mila euro. Tutto è cominciato quando nell'ospedale di Matera è stato trasportato un pastore di nazionalità romena che era stato colpito alla schiena da un bovino.

Viola divieto di avvicinamento: arrestato 29enne

Un uomo di 29 anni, di origini albanesi, è stato arrestato a Matera dalla Polizia, con l'accusa di aver violato il divieto di avvicinamento ad una donna a cui era sottoposto dallo scorso mese di luglio. L'uomo era stato arrestato nel novembre del 2018 con le accuse di maltrattamenti contro familiari e conviventi, atti persecutori e lesioni personali aggravate commessi ai danni di una donna di Matera.

venerdì 30 agosto 2019

La Felandina: demolite baracche

Sono stati 47 i braccianti extracomunitari sistemati presso i Centri di accoglienza straordinari (Cas) territoriali e 16 quelli che hanno fruito di un biglietto di viaggio per raggiungere altre località, mentre altri hanno scelto soluzioni diverse, dopo le attività di sgombero dei cinque capannoni dell'ex area industriale abbandonata della "Felandina", nel territorio di Bernalda (Mt). Lo ha reso noto il prefetto di Matera, Demetrio Martino, che ha seguito le operazioni. Reparti dell'Esercito hanno completamento la demolizione delle baracche.

Gambardella (Cisl): servono misure straordinarie

Dopo l'ennesimo incidente mortale di Aliano, per il segretario della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, le dichiarazioni di cordoglio e i generici impegni non bastano più. "In occasione dello sciopero generale di un anno e mezzo fa - aggiunge il sindacalista - rivendicammo misure concrete sul versante della prevenzione degli infortuni, specie nei settori statisticamente più esposti, ma è del tutto evidente che a legislazione invariata il problema non è affrontabile. Per questo mi appello alle forze politiche che si accingono a formare il nuovo governo a riprendere il tema della sicurezza sul lavoro per farne il perno di un rinnovato impegno sul fronte dei diritti sociali. Gambardella invita inoltre le istituzioni preposte a mettere sotto osservazione la sicurezza nel ciclo dei rifiuti, teatro di numerosi incidenti negli ultimi anni.

Roberto Speranza su incidente Aliano (Mt)

"Due operai morti sul lavoro in provincia di Matera. È una strage inaccettabile. Ecco la prima emergenza sicurezza di cui il governo di svolta deve occuparsi. La nostra proposta di legge è già in commissione. #verasicurezza".
E' stato questo il commento del segretario nazionale di Articolo Uno e deputato di Liberi e Uguali, Roberto Speranza, al tragico incidente mortale sul lavoro che si è verificato ad Aliano, costato la vita a due operai.

Treno in fiamme: traffico ferroviario sospeso

Nel primo pomeriggio di ieri è stato sospeso il traffico ferroviario sulla linea Metaponto-Taranto, a causa di un incendio che si è verificato nei pressi della stazione di Cagioni a Taranto a bordo di un treno merci che trasporta derrate alimentari. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Metaponto (Mt) e Taranto.

Era stato arrestato per detenzione e spaccio: il revoca misura

E' tornato libero il 44enne di Sapri (Sa) arrestato, due giorni fa, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari, era stato sorpreso dai carabinieri a bordo del suo scooter con 5 grammi di hashish e 1780 euro in contanti. Nella sua paninoteca sono stati rinvenuti altri 12 grammi di cocaina e 40 grammi di hashish nascosti nella cassetta del pronto soccorso presente nel bagno del suo locale. Ieri mattina il giudice del tribunale di Lagonegro ha disposto la revoca dei domiciliari e il dissequestro del locale. L’uomo è incensurato.

Rifiuti: Salerno Pulita su ritiro ingombranti

Mobili vecchi, reti metalliche, materassi, ma anche televisori e computer. Salerno Pulita ricorda che è possibile disfarsene in maniera corretta e rispettosa dell’ambiente e del decoro urbano portandoli nelle isole ecologiche “Fratte” e “Arechi”, che in questo periodo dell’anno sono aperte, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 19. E’ possibile utilizzare anche il servizio di raccolta specifico per il ritiro gratuito dei cosiddetti “ingombranti” e “durevoli” chiamando al numero verde 800563387. Si potrà così concordare la data del ritiro gratuito e l’unica cosa che bisognerà fare sarà attenersi alle disposizioni sul deposito nel giorno stabilito davanti al portone di casa. Sarà cura poi degli operatori di Salerno Pulita passare a ritirarli.

Incidente mortale a Laterza (Ta): 21enne perde la vita

Un 21enne di Ginosa, Enrico Palmisano, è morto in un incidente stradale avvenuto mercoledì notte a Laterza, in provincia di Taranto. La vittima, in compagnia di altri tre giovani, rimasti feriti, viaggiava a bordo di una Bmw che, per cause in corso di accertamento, si è schiantata contro il muro di un bed & breakfast dopo aver sbandato e abbattuto segnali stradali in via Cristoforo Colombo. Sul posto sono intervenuti operatori del 118 e le forze dell'ordine, ma per il 21enne non c'è stato nulla da fare. I feriti sono stati trasportati negli ospedali più vicini.

Schiacciata da finestra: grave bimba di otto mesi

Una bambina di otto mesi è stata schiacciata da una finestra ed è stata trasportata in ospedale, in gravi condizioni. E' accaduto ad Atena Lucana (Sa). La finestra sarebbe caduta in maniera accidentale. La piccola è ospite di un centro accoglienza migranti. In un primo momento, era stata trasportata all’ospedale “Luigi Curto” di Polla. A causa delle ferite riportate, però, i soccorritori hanno optato per il trasferimento in eliambulanza all'ospedale “Santobono” di Napoli.

Ruba auto e incrocia il proprietario: arrestato

Un uomo di 45 anni, originario della provincia di Napoli, è stato arrestato dai Carabinieri, a Lagonegro (Pz), dopo aver rubato un'auto ed essere stato visto mentre la guidava dal proprietario, che ha avvertito il "112", facendo intervenire i militari. Tutto è cominciato nei pressi di Praia a Mare (Cs). Un uomo che stava guidando un'auto ha riconosciuto l'altra sua auto, una "Fiat Abarth", che viaggiava in direzione opposta.

Incidente sul lavoro ad Aliano: morti due operai

Respirano le esalazioni provenienti da un pozzo di manutenzione di una discarica in cui stavano lavorando e perdono la vita. È accaduto ad Aliano, in provincia di Matera, dove due operai di Potenza, Leonardo Nolè e Donato Telesca sono sono morti dopo essere scesi all’interno di una cavità per un’ispezione. Il pozzo sarebbe stato profondo tra i 10 e i 30 metri e sarebbe stato utilizzato per l’aspirazione del percolato, materiale prodotto dai rifiuti accumulati nella discarica, dove periodicamente si effettuano lavori di manutenzione. Secondo una prima ricostruzione, uno dei due operai sarebbe morto per soccorrere il collega che si è sentito male a causa delle esalazioni di anidride carbonica.

giovedì 29 agosto 2019

Vendita cellulari: in tre a processo per truffa

Truffa sulla vendita di telefoni cellulari, in tre finiscono a processo. Insieme ad un nocerino, ci sono anche due ragazzi siciliani, che in concorso, fornendo numeri di telefono e conti postali, avrebbero ingannato due potenziali acquirenti, sulla vendita attraverso un sito internet di tre i-Phone ultimo modello. Le accuse vengono contestate dalla procura di Bergamo e da quella di Torre Annunziata tra il 2017 e il 2018. Entrambe le vittime avrebbero pagato circa 1000 euro, in più tranche, senza mai ricevere però l'oggetto che avevano scelto di comprare.

Stalking: un divieto di avvicinamento a Bitonto (Ba)

Non accettava la fine della relazione con la sua compagna e per questo si appostava sotto casa sua, la minacciava, la insultava e talvolta la picchiava, perseguitandola anche al lavoro fino a costringere la donna a cambiare le proprie abitudini di vita. Per questo la polizia ha eseguito una misura cautelare di divieto di avvicinamento nei confronti di un uomo di Bitonto. Le indagini della polizia sono partite dopo la denuncia della vittima.

A Roccanova (Pz) due arresti per droga

Due uomini, di 25 e 29 anni, originari della provincia di Napoli, sono stati arrestati dai Carabinieri, a Roccanova (Pz), con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sull’auto su cui viaggiavano, i militari hanno trovato varie sostanze e un’arma contundente. In particolare, due grammi di cocaina, dieci di marijuana, quattro di ketamina, 19 pasticche di ecstasy, 30 grammi di funghi allucinogeni, un tirapugni, un taser e 185 euro, considerati provento dello spaccio.

A Maratea e Tecchina scoperti quattro lavoratori in nero

Quattro lavoratori in nero e uno assunto in modo irregolare sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza durante controlli a Maratea e a Trecchina (Potenza). I controlli hanno interessato due imprese edili, un supermercato e un ristorante. I gestori delle imprese sono stati multati fino a oltre 43 mila euro: le sanzioni sono “commisurate al numero dei lavoratori e al periodo di manodopera prestata in nero”.

mercoledì 28 agosto 2019

Sorpreso in un bar con cocaina: arrestato

I Carabinieri di Muro Lucano (Pz) hanno arrestato in flagranza di reato un 41enne del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a un pubblico ufficiale. Di notte durante un servizio di contrasto ai reati in materia di droga nel centro abitato, hanno visto l’uomo stazionare con fare sospetto in un bar dove erano presenti molti giovani. I militari, dopo averlo avvicinato, lo hanno invitato a seguirli all’esterno del locale per controllarlo. Lo stesso in evidente stato di agitazione, ha tentato di disfarsi di un involucro: recuperato da un carabiniere conteneva cinque dosi di cocaina da mezzo grammo ciascuna, per un peso complessivo di 2,5 grammi.

Ghetto La Felandina: cominciato sgombero

“Questa mattina sono iniziate le procedure di sgombero di 5 capannoni di un opificio abbandonato, abusivamente occupati dal giugno del 2018 da cittadini extracomunitari”. La Questura di Matera ha reso noto l’inizio del “complesso dispositivo di sicurezza” avviato oggi con l’ausilio di forze di polizia e dalle forza pubblica che sta operando “a seguito delle determine assunte in seno al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ed in attuazione dei tavoli tecnici tenutisi in Questura”.

San Carlo: sette indagati per decesso neonato

Il Pm Valentina Santoro ha firmato l’avviso della chiusura delle indagini preliminari relativamente alle indagini per la morte di un neonato avvenuta il 9 gennaio scorso all’ospedale San Carlo di Potenza. Indagati cinque medici e due ostetriche accusate di cooperazione di omicidio colposo, avendo – secondo l’accusa – ritardato il taglio cesareo che, in base a quanto affermato dal consulente della Procura, causò la morte del neonato per le complicazioni intervenute. 
I sette indagati sono i ginecologi Luigi Fasolino, Emilia Straziuso, Francesca Rosa, Maria Laura Pisaturo ed Elena Carovigno, e le ostetriche Rosanna Vignola e Concetta Roselli.

Travolse uomo in bici: arrestato

E' un operaio edile di 26 anni l'autista del mezzo che la sera del 25 agosto scorso ha investito un maliano che era su una bici ed è fuggito nel Brindisino. L'uomo è stato identificato e arrestato da carabinieri di Mesagne per omissione di soccorso, inottemperanza all'obbligo di fermarsi in caso di sinistro stradale e detenzione e ricettazione di arma. L'extracomunitario stava rientrando verso Brindisi quando è stato tamponato violentemente da un veicolo e scaraventato fuori dalla carreggiata, riportando gravi fratture agli arti inferiori. E' ancora ricoverato con la prognosi riservata nell'ospedale Perrino di Brindisi. L'auto guidata dal 26enne, di proprietà di una persona estranea all'accaduto, è stata trovata in un garage con ancora segni evidenti dell'incidente stradale.

Auto si ribalta a Matera, nessun ferito

Foto: Trm
Un auto si è ribaltata ieri a Matera. È successo in via Trabaci, a Matera, nei pressi del centro Tre Torri. Una Fiat Multipla si è ribaltata, andando contro una macchina in sosta. Nessuno ha riportato ferite. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia Locale.
Il traffico è stato ripristinato subito dopo. 

Rave party non autorizzato a Gallicchio (Pz)

Un rave party non autorizzato, che ha registrato "la presenza massima di circa 200 persone", è stato interrotto dai Carabinieri, nella zona di Murge di Sant'Oronzo, nelle campagne di Gallicchio (Pz). 
Il rave party si stava svolgendo su un terreno privato, in un'area all'interno del Parco nazionale dell'Appennino Lucano.

martedì 27 agosto 2019

Giochi del Mediterraneo a Taranto, occasione per la Basilicata

Giochi del Mediterraneo a Taranto: il sindaco di Matera si è congratulato con il sindaco di Taranto. “Ancora una volta – scrive de Ruggieri – una città del territorio indossa i panni della dignità, della visibilità e della efficienza. In un momento di serpeggiante crisi che smorza gli entusiasmi e accresce paure e sconforti, il riconoscimento per Taranto rappresenta un segno di rottura di ogni fatalismo e di ogni rassegnazione. Intanto l’assessore regionale alle attività produttive, Francesco Cupparo, ha espresso l’intenzione di incontrare Elio Sannicandro, membro del Consiglio nazionale del Coni e coordinatore del dossier della candidatura di Taranto per i Giochi del Mediterraneo 2025, che ha pubblicamente espresso la disponibilità ad interessare la vicina Basilicata per i Giochi e verificare tutte le possibilità di ospitare in Basilicata alcune gare o comunque di coinvolgere anche la nostra regione, a partire dal Metapontino, nell'importante evento sportivo internazionale". 
Per Cupparo i numeri dei Giochi del Mediterraneo 2025 a Taranto sono particolarmente significativi per la rilevanza non solo sportiva della manifestazione".

Uva da tavola, stagione in ritardo in Basilicata

La stagione dell'uva da tavola, "concentrata quasi esclusivamente nel Metapontino", è partita in ritardo" e "risente di prezzi all'ingrosso scarsamente remunerativi per i produttori". Lo ha reso noto, in un comunicato, la Cia-Agricoltori di Matera. L'associazione degli agricoltori ha poi fatto riferimento "ai prezzi rilevati da Ismea nel Metapontino al 23 agosto scorso" evidenziando quindi che "il ritardo è dovuto alla maturazione dell'uva per le condizioni meteo della tarda primavera, come in Puglia, ha lasciato la strada aperta ai produttori spagnoli".

Vendeva orologi falsi: denunciato

Sedici orologi con marchi falsificati sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza durante controlli nella zona dei rioni Sassi di Matera.
Il commerciante che li vendeva è stato denunciato all'autorità giudiziaria con le accuse di commercio di prodotti con segni mendaci e ricettazione.

Furto all’Andromeda di Corato, si indaga

"Fateci ritrovare gli strumenti anche in forma anonima". È l'appello lanciato dai rappresentanti dell'osservatorio astronomico Andromeda di Corato dopo la scoperta, ieri mattina, di un furto nella struttura. Ignoti hanno forzato la serratura d'ingresso del deposito e portato via parte della strumentazione scientifica. Da un primo bilancio mancherebbero: due montature astronomiche computerizzate, 13 oculari, tre valigette con componenti per il funzionamento dei telescopi e una con batterie di alimentazione, due piccoli telescopi, tre tubi tralicci per il supporto dei telescopi e un generatore. Sul furto indaga la polizia.

“A Potenza saldi senza slancio”

"Saldi di fine estate senza slancio": è il giudizio della Confcommercio di Potenza, secondo cui "le vendite a prezzi scontati, ormai agli sgoccioli, sono pressoché stabili rispetto allo scorso anno. E non bastano così a recuperare il flop delle vendite di primavera". Secondo l'organizzazione di categoria, "qualche occasione per i consumatori si troverà ancora in questa ultima settimana di agosto anche se nei negozi di abbigliamento gli scaffali sono sensibilmente ridotti di occasioni e super sconti. Gli esercenti hanno fatto di tutto per vendere".

Criticità raccolta sangue: ancora appelli dell’Avis

L’Avis regionale di Basilicata è mobilitata attraverso i suoi uffici e le sedi comunali per far fronte alla criticità in merito alle disponibilità di sangue registratasi nel mese di agosto, in particolare di 0 positivo e 0 negativo. “L’Avis continua a seguire con attenzione, insieme al Centro Regionale Sangue – evidenzia la presidente Sara De Feudis – l’andamento delle donazioni in questi mesi estivi nella nostra regione congiuntamente alla situazione di criticità che coinvolge tutto il territorio nazionale”. Ai presidenti della varie Avis comunali la De Feudis chiede di “proseguire il prezioso lavoro di proselitismo e di chiamata dei donatori, invitandoli a donare o di partecipare alle numerose sedute di raccolta programmate su tutto il territorio regionale dall’Avis”. Dal presidente dell’Avis Basilicata “il ringraziamento a tutti i donatori che risponderanno, sicuramente numerosi, alla chiamata”. 

Sfruttano braccianti: tre denunce

Avrebbero sfruttato otto braccianti agricoli, di cui tre non assunti ed un migrante clandestino avviato alle procedure di espulsione, facendoli lavorare in un terreno per la raccolta di pomodori, in agro di Ginosa (Ta), per oltre 12 ore al giorno e con una paga di 4 euro per ogni cassone riempito. Per questo un 62enne del posto, datore di lavoro, un 64enne e un 29enne, entrambi extracomunitari e domiciliati rispettivamente a Bernalda (Mt) e Ginosa, ritenuti 'caporali', sono stati denunciati dai carabinieri per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. All'imprenditore sono state contestate anche violazioni amministrative per 17mila euro. 

Filiano (Pz). Coltivava piante di cannabis, arrestato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Potenza e della Stazione di Lagopesole (Pz), con l’ausilio di un’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito (Pz), hanno arrestato in flagranza di reato un sessantenne, di origini francesi, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Nel corso di controlli è stato sorpreso in possesso di 13 piante di cannabis, di varia altezza, fino a 1.5 m, alcune delle quali già fiorite, coltivate senza autorizzazione, disposte in vasi e nascoste all’esterno dell’ex ostello della gioventù, in disuso, ubicato in “Monte Caruso”, agro del comune di Filiano, dietro altre piante da bosco. Le verifiche hanno permesso agli agenti di constatare che il terreno contenuto nei vasi era ancora umido ed i vegetali, sottoposti a sequestro, erano in buono stato di conservazione.

Spaccio di droga: operazione a Gallipoli (Le)

Quattro persone fermate e 11 denunciate in stato di libertà: è il bilancio di un'operazione dei Carabinieri contro lo spaccio di droga in quattro luoghi differenti della località balneare denominata 'Baia verde' a Gallipoli (Le). Al provvedimento della Procura della Repubblica di Lecce si è giunti dopo una mirata attività investigativa condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Lecce e della locale Compagnia tra il 25 luglio è il 25 agosto scorsi con l'utilizzo di sofisticate telecamere che hanno ripreso numerosi episodi di cessione sostanze stupefacenti anche a minorenni.

lunedì 26 agosto 2019

Bari. Scoperto bazar della droga: un arresto

Un 'bazar' della droga è stato scoperto nel Borgo Antico da carabinieri della compagnia Bari Centro. A gestirlo un 50enne, che è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Nella sua abitazione, durante una perquisizione, militari dell'Arma hanno trovato un laboratorio per la realizzazione di 'dosi'. sequestrati 751 grammi di hashish suddivisi in 'panetti', ma anche marijuana, cocaina, procaina, un bilancino di precisione, strumenti per il taglio della sostanza e materiale utile al confezionamento di singole 'dosi'. Sequestrati anche 3.470 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. L'uomo, dopo l'arresto, è stato condotto nella locale casa circondariale. 

Ricerche a tappeto per detenuto evaso

Anche il Salernitano è tra i territori interessati dalle ricerche a tappeto di Robert Lisowski, il cittadino polacco che ieri mattina è riuscito ad evadere dal carcere napoletano di Poggioreale utilizzando una corda fatta con le lenzuola annodate e riuscendo in questo modo a scavalcare il muro di cinta della casa circondariale mentre si stava recando a messa nella chiesetta dell’istituto penitenziario insieme a circa cento detenuti. Si tratta della prima evasione da Poggioreale dopo 100 anni. Qualche anno fa un analogo tentativo finì male perchè il detenuto cadde riportando gravi lesioni. il 32enne è accusato dell’omicidio di un cittadino ucraino avvenuto nei Quartieri Spagnoli di Napoli e arrestato dalla Squadra Mobile il 5 dicembre 2018. La Questura di Napoli: "E’ un uomo da considerarsi pericoloso."

Un reparto Nadia Toffa: avviata petizione on line

Oltre 30mila firme sono state raccolte dalla petizione on line, attiva sulla piattaforma Change.Org, per intitolare il reparto Oncoematologico pediatrico dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto a Nadia Toffa, l’inviata e conduttrice delle Iene scomparsa il 13 agosto scorso dopo aver combattuto una lunga battaglia contro un tumore. 
La raccolta firme, rivolta al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, è stata lanciata nei giorni scorsi. Nel testo si ricorda che Nadia Toffa “era cittadina onoraria di Taranto, su delibera del Consiglio comunale.

Ricettazione: denunciati cinque agricoltori

Cinque agricoltori sono stati denunciati dai Carabinieri, a Marconia di Pisticci (Mt), con l'accusa di ricettazione. La denuncia è stata decisa dopo il ritrovamento, da parte dei militari, di tre trattori rubati in provincia di Bari fra il 2015 e il 2018.

A Ginestra (Pz) arrestato piromane

Un uomo di 49 anni è stato arrestato a Ginestra (Potenza) dai Carabinieri, che lo hanno sorpreso ad appiccare il fuoco a dell'erba secca. 
L'uomo stava utilizzando fazzoletti di carta e un accendino.

Panetto di hashish in auto: arrestato

I Carabinieri di Melfi (Pz) hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 29enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Giovedì scorso, in un servizio di contrasto con l’ausilio di un’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito (Pz), hanno effettuato la perquisizione della sua abitazione: è stata rinvenuta una mannaia, la cui lama era ancora intrisa di hashish, e due bilancini di precisione, utili per la preparazione delle dosi da immettere sul mercato locale. Sull’auto del 29enne, abilmente nascosto tra i sedili, è stato recuperato e sequestrato un “panetto di hashish” del peso di circa 40 grammi.

Incidente sulla Basentana: quattro feriti, tre gravi

Incidente ieri mattina sulla SS Basentana al km 32, in direzione Metaponto ed in corrispondenza dello svincolo per Tricarico. Quattro i feriti dei quali tre gravi e valutati dai sanitari in codice rosso. Per liberarli si è reso necessario l’intervento congiunto dei Vigili del Fuoco di Ferrandina (Mt) e di una squadra di Potenza. Sono intervenuti anche i Carabinieri, la Polizia di Stato ed il 118. L’intervento dei Vigili del Fuoco è terminato alle 14.50 circa.

Reperti archeologici in un'abitazione: una denuncia

Parti di anfore, ciotole, pesi di telai: sono i reperti archeologici risalenti a diversi periodi storici trovati da carabinieri di Barletta in un'abitazione privata. I militari hanno sequestrato un'ottantina pezzi che un 45enne usava come pezzi d'arredo nelle stanze della propria abitazione. Il materiale, da un primo esame, è risultato per la maggior parte costituito da anfore romane di trasporto risalenti al periodo storico tra la Tarda Repubblica e l'età Tardo Antica (dal 130 a.C. al 476 d.C.). Sarà affidato alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di BAT e Foggia per una più attenta e precisa perizia tecnica per poi finire molto probabilmente in un museo. Il responsabile è stato denunciato alla Procura per omessa denuncia del possesso, senza averne titolo, di beni di interesse storico archeologico di proprietà dello Stato.

sabato 24 agosto 2019

Fine settimana di esodo estivo

Nuovo fine settimana di esodo estivo sui circa 30mila km di rete stradale e autostradale in gestione Anas (Gruppo FS Italiane). E’ previsto bollino rosso fino a domenica 25 agosto, con traffico intenso per il controesodo dei rientri verso le città e per le ultime partenze verso le località turistiche. Sarà in vigore il divieto di transito per i mezzi pesanti domani dalle 8.00 alle 16.00 e per l’intera giornata di domenica dalle 7.00 alle 22.00. Anas ha predisposto un piano di gestione dell’esodo estivo sulla propria rete di competenza con circa 1.100 automezzi, 5236 telecamere fisse, 1004 pannelli a messaggio variabile e 2.500 addetti.
Il monitoraggio h24 della rete e l’assistenza per il pronto intervento verranno gestiti con 200 operatoriimpegnati tra la Sala situazioni nazionale e le 21 sale operative territoriali, tra cui quella dell’autostrada A2 del Mediterraneo, che opera in affiancamento alla Polizia Stradale.

Voucher di conciliazione per le lavoratrici

Voucher di conciliazione per le lavoratrici che assistono bambini dai 3 ai 14 anni, persone non autosufficienti o con disabilità. 
Un contributo che andrà dai 1200 ai 2500 euro, con risorse del Programma Operativo regionale pari a un milione e mezzo di euro, a fronte dei precedenti 600mila euro. All’avviso Valore donna 2020 pubblicato sul BUR della Regione Basilicata ci si può candidare online, sul portale della Regione. 
Il termine ultimo è il 30 settembre.

“Situazione sotto controllo”

"La salute e la tutela dei cittadini sono per me al primo posto: non ho esitato un attimo e sono andato a Maratea (Pz) per un sopralluogo sulla spiaggia di località Fiumicello, in cui si è verificata una nuova avaria: la riparazione è avvenuta in tempi brevissimi, come da noi sollecitato, e il depuratore sta svolgendo il suo lavoro. Ci vorranno ora i tempi tecnici affinché vada tutto a regime, ma la situazione è sotto controllo e potrebbe tornare alla normalità già da questa sera". Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, al termine di una visita a Maratea, per incontrare il sindaco, Daniele Stoppelli, che ha emanato l'ordinanza di divieto di balneazione, e il direttore generale di Acquedotto Lucano, Gerardo Marotta.

Sin: carenza neonatologi enorme problema

"La carenza di neonatologi è un enorme problema, sentito oramai da nord a sud e che va affrontato con la massima urgenza per trovare la migliore e più rapida soluzione a tutela della salute dei neonati italiani. La salute dei nostri neonati è e deve essere prioritaria in ogni situazione": è il "monito" lanciato dal presidente della Società italiana di neonatologia (Sin), Fabio Mosca. In una nota firmata insieme al presidente della Sin di Puglia e Basilicata, Vincenzo Forziati, Mosca ha fatto riferimento alla chiusura temporanea del reparto di neonatologia dell'ospedale "San Carlo" di Potenza, dove sei dei sette medici in servizio sono in malattia e l'ottavo è infortunato.

Felandina: proposte per cambiare il ghetto

Rispetto della dignità del lavoro, semplificazione dei tempi di regolarizzazione, applicazione delle norme sui flussi di manodopera in agricoltura, sistemazione logistica adeguata dopo l'annunciato sgombero del sito precario della "Felandina" a Bernalda(Matera) dove nei giorni scorsi si è verificato un incendio che ha causato la morte di un'immigrata. Sono le richieste che gli attivisti del "Forum Terre di Dignità", Altragricoltura, Associazione NoCap e Comitato Braccianti della Felandina hanno illustrato ieri a Matera nel corso di una manifestazione e di una conferenza stampa davanti alla prefettura.

Archivio blog