sabato 2 luglio 2016

Aliano punta a diventare Capitale Italiana della Cultura

Aliano, il paese della provincia di Matera descritto da Carlo Levi nel celebre "Cristo si è fermato a Eboli", e al centro di una vivacità culturale e turistica in continua crescita, vuole diventare capitale italiana della cultura per il 2018, partecipando al bando promosso dal Ministero dei Beni culturali. Il sindaco, Luigi Di Lorenzo, ha trasmesso il dossier al Ministero. La richiesta, argomentata in 60 pagine, è incentrata sul programma di Aliano "TerrACreativA" con la corposa offerta culturale attivata negli anni, che ha portato Aliano a investire in strutture ricettive e sulle potenzialità del territorio come il parco dei calanchi. L'offerta culturale, consolidatasi con il premio letterario intitolato a Levi, ha investito nel Parco letterario e in una rete museale che spazia dalle opere leviane, al presepe di Franco Artese e a quello di Paul Russotto, a quello della civiltà contadina. A questi si aggiungono il patrimonio del centro storico, il carnevale alianese, e il "festival di paesologia".

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog