venerdì 17 giugno 2016

A Melfi un nuovo "Punto nascita"

Tre nuove sale parto - una delle quali demedicalizzata - sono state inaugurate nell'ospedale di Melfi. L’intervento punta oltre a rendere sempre migliore il servizio offerto alle donne nella fase del travaglio, ad incrementare il numero dei parti nel nosocomio melfitano, che ad oggi si attesta intorno alle 450 nascite. Per i lavori nelle nuove sale parto è stato investito un milione di euro, ma sono in corso altri interventi sull'intera struttura ospedaliera per un totale di spesa di circa dieci milioni di euro (per ristrutturazione reparti chirurgia, pediatria, neonatologia, ostetricia e locali 118, per adeguamento linee di distribuzione gas, sostituzione di quattro impianti elevatori, sistemazione parcheggio, costruzione eliporto e nuovo padiglione blocco sale operatorie e Utic, per la realizzazione di locali per nuova risonanza magnetica). Quella di deospedalizzare nei colori, nei tratti, nelle caratteristiche strutturali l'ambiente delle sale parto, è la strada intrapresa dall'ospedale di Melfi, per far sentire la donna a suo agio, nelle migliori condizioni possibili e in massima sicurezza. Le nuove sale parto – ha riferito a Carinanews il direttore facente funzione della struttura, Giuseppe Martinelli - sono state realizzate in locali che ripropongono l'ambiente casalingo, con la maggior parte delle tecnologie nascoste in suppellettili.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog