sabato 20 febbraio 2016

Operaio morto folgorato: processo per omicidio colposo

Dovranno comparire il prossimo 3 marzo a Salerno il titolare della Di Iacovo Domenico & figli di Rotonda, Pietro Di Iacovo, e il capocantiere della ditta Alessandro Sassone. Lo ha stabilito il gup di Salerno Donatella Mancini, dopo la richiesta di rinvio a giudizio, avanzata dal pm per la morte di un operaio della ditta, Ioan Foca, folgorato sul posto di lavoro, il 17 luglio del 2014, mentre puliva un albero ai piedi dell’elettrodotto ad alta tensione che attraversa il territorio di Giffoni Valle Piana. Di Iacovo e Sassone sono accusati di omicidio colposo assieme ai responsabili di Terna Rete Italia, che aveva commissionato alla ditta di Rotonda il taglio delle piante sotto i tralicci in tutta l’area di Montecorvino Rovella, in provincia di Salerno.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog