martedì 6 ottobre 2015

Traffico reperti archeologici: due denunce a Molfetta (Ba)

Nascondevano in casa numerosi reperti archeologici destinati alla vendita sul mercato illegale: con questa accusa due coniugi di Molfetta sono stati denunciati dalla guardia di finanza che ha sequestrato un vero e proprio "tesoro in famiglia dal valore inestimabile". Si tratta di una olla ad imbuto dell'epoca dauna risalente alla fine sec. IV a.C., coppe e vasi tra il IV e il VI secolo a.C., monete di età romana e due ancore in pietra per barche di età pre-romana.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog