giovedì 21 febbraio 2013

Feneal Uil: “Sbloccare risorse per ridare ossigeno a settore costruzioni”

I dati nazionali forniti oggi dall’Ance (Associazione Nazionale Costruzioni) di cui i più rilevanti riguardano le risorse finanziarie disponibili ma bloccate per 39 miliardi di euro, la possibilità di generare oltre 660 mila posti di lavoro e avere una ricaduta complessiva sul sistema economico per circa 130 mld di euro, per la Feneal Uil rafforzano la recente iniziativa unitaria degli Stati Generali delle Costruzioni della Basilicata con l’obiettivo di aggiornare ed accelerare l’attuazione del piano di rilancio del comparto. Per il segretario regionale Domenico Palma la crisi non sta soltanto producendo effetti devastanti in termini economici ed occupazionali, ma sta destrutturando un settore come l’edilizia dove si vedono avanzare senza freni illegalità e lavoro nero. Per questo occorre sì pagare le imprese, investire in infrastrutture, recupero e ristrutturazione, difesa e manutenzione del territorio- ha concluso - ma non senza riaffermare l’importanza ed il rispetto delle regole per garantire lavoro sicuro e di qualità”.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog